Ombre sull’arte. Tony Fiorentino a Bari

Galleria Doppelgaenger, Bari – fino al 30 giugno 2014. Tony Fiorentino a una nuova prova nella sua Regione d’origine. E, fra architetture monumentali e piccoli frammenti di esistente, emergono oscure presenze…

Bari, Galleria Doppelgaenger - la mostra di Tony Fiorentino

Un inedito Tony Fiorentino (Barletta, 1987; vive a Milano e Londra) alla Galleria Doppelgaenger di Bari, in una personale che si articola su due piani e in un complesso progetto espositivo. Non smette le vesti dell’“alchimista”, che vanno infatti ad abitare i piani bassi, sotterranei, con vegetazioni in vetro  che si nascondono alla vista del visitatore più disattento, distese di candele già bruciate, opere “al piombo”, sfere che racchiudono l’essenza delle cose. Per poi spostarsi, tecnicamente “ascendere” a una dimensione più alta, dove architetture dagli antichi sapori e marmi ricchi di venature multicolori svettano sacrali verso il cielo, e armi in bronzo, invece, investono in un moto verso il basso il visitatore. Un busto in gesso si trasforma in un animale preistorico, scarnificandosi e abdicando al lusso degli sprazzi dorati che ne lucidano le superfici. Protagoniste restano le ombre, così come la mostra dichiara fin dal titolo (Shadows), le stesse che da sempre animano il lavoro dell’artista. Sono presenze che rivendicano un proprio spazio e la nostra attenzione; l’opera è il fantasma che l’oggetto ha finalmente liberato.

Santa Nastro

Bari // fino al 30 giugno 2014
Tony Fiorentino – Shadows
DOPPELGAENGER
Via Verrone 8
392 8203006
[email protected]
www.doppelgaenger.it

 

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.
  • “Protagoniste restano le ombre, così come la mostra dichiara fin dal titolo (Shadows)”. Qualcuno mi spiega che c’entrano le ombre? Grazie mille