In scena, mr. Klimt! Tableaux vivants al Cubo Unipol

C.u.bo Unipol, Bologna – fino al 18 luglio 2014. Echi… d’arte. Nello spazio di Unipol dedicato all’arte e alla cultura a Bologna, Tania Brassesco e Lazlo Passi Norberto reinterpretano la storia dell’arte. Con un ciclo di opere che riattualizza la pittura decadente.

Brassesco e Passi Norberto in mostra a Bologna

Una coppia di giovani artisti residenti a Venezia, Tania Brassesco (1986) & Lazlo Passi Norberto (1984), interpretano con la fotografia la pittura dei maestri. C’è aria di tableaux vivants, nella personale che lo spazio Cubo di Unipol dedica al duo, che presenta alcuni pezzi del ciclo Essence of decadence. La pittura di Gustav Klimt (straordinaria nella riproposizione di The black feather hat), di Vittorio Corcos, di Egon Schiele, in tele più o meno famose, viene analizzata filologicamente e “messa in scena”. Così Tania si trasforma di volta in volta, sotto l’occhio fotografico del compagno, in una dama dalle ricche vesti e dai riccioli rosso preraffaelita.

A volte ha lo sguardo annoiato e perso nel vuoto. Altre è circondata da una decorazione irreale e sognante, tipica delle trame viennesi. Con l’opportunità, per i più curiosi, di seguire grazie a un video, intitolato dagli artisti Behind the scenes of dreams, il backstage di una ricostruzione minuziosa, che affonda le radici nella storia dell’arte.

Santa Nastro

Bologna // fino al 18 luglio 2014
Tania Brassesco & Lazlo Passi Norberto – Echi
C.U.BO
Piazza Vieira De Mello 3/5
051 5076060
[email protected]
www.cubounipol.it

 

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.