Francesco Bertelé e un masso erratico nello studio

Napoli, Dino Morra Arte Contemporanea – fino al 27 giugno 2014. Dal mio studio al mio studio: andata e ritorno, passando per un mondo di percezioni che vengono analizzate e ri-costruite in galleria. La proposta di Bertelé esorta a guardare al “fuori” come a un prolungamento del “dentro”.

Francesco Bertelé - from my studio to my studio - veduta mostra - foto Danilo Donzelli

In profonda simbiosi con la sua terra, Francesco Bertelé (Cantù, 1978; vive a Canzo) si relaziona con un grande masso di granito visibile dal suo studio. Lo misura con metodi antichi, entra in contatto con esso tramite il suo corpo e ne ricrea volumetricamente una parte, occupando gli spazi della galleria. Completano l’installazione: il diario di lavoro, i grafici dei rilievi metrici, un mazzo di calle e una sorgente luminosa rossa. In mostra, insieme a questo intervento permeato da un fervido concettualismo, altri lavori più vicini all’Arte Povera, dalla ricerca estetizzante. Ci sono objet trouvé, come un nido di vespe che fa da suggestione a un dipinto su tela dai colori a tempera d’uovo. O mirabilia da Wunderkammer, come gli zoccoli deformi di una capra, accompagnati da una citazione di Giuseppe Arcimboldo, che ispirano l’opera Zampa: un ceppo di faggio innestato da corna di capra e lame d’acciaio.

Giovanna Procaccini

Napoli // fino al 27 giugno 2014
Francesco Bertelé – from my studio to my studio
a cura di Chiara Pirozzi
DINO MORRA
Vico Belledonne a Chiaia 6
392 9420783
[email protected]
www.dinomorraartecontemporanea.eu

 

CONDIVIDI
Giovanna Procaccini
Giovanna Procaccini, napoletana, si laurea in architettura e si specializza in storia dell’arte all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Si diploma come addetto alla conservazione e restauro dei dipinti su tela. Critica e curatrice, si occupa d’arte contemporanea in ogni suo aspetto. Ha lavorato come assistente presso la Cardi Galleria d’Arte di Milano e la Galleria Alfonso Artiaco di Napoli. Ha svolto contratti a progetto con il PAN | Palazzo delle Arti Napoli e con la Fondazione Internazionale Studi Superiori di Architettura. Si è occupata di didattica per Progetto Museo e per gli Amici dei Musei – Sez. Giovanile Napoli. Ha curato mostre di architettura e di artisti emergenti presso spazi pubblici e private gallerie d’arte. È consulente tecnico d’ufficio per il Tribunale di Napoli e svolge ruolo di consulente per alcuni collezionisti d’arte. Dalla sua fondazione, nel 2011, collabora con Artribune. Precedentemente, dal 2005, ha collaborato con le piattaforme editoriali Exibart e Zero.