Sull’arte pubblica: Italia e Slovenia dicono la loro

Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa – fino al 25 maggio 2014. In mostra, nella sede espositiva di piazza San Marco, i sei migliori progetti per un’opera d’arte pubblica destinata a Lubiana. Giovani artisti italiani e sloveni dialogano sul ruolo, necessario, di interventi creativi veramente “pubblici”.

Rachele Maistrello, The History Within, 2014, Video full HD, 3' 10'', due pieghevoli, stampa plotter inkjet a colori

L’arte pubblica è un argomento da maneggiare con cura. Le idee selezionate, tra venti, nell’ambito del MACC, centro per la conservazione e il restauro dell’arte moderna e contemporanea che favorisce collaborazioni europee transazionali, sembrano esserne consapevoli. Stavolta il dialogo è tra le giovani generazioni di artisti italiani e sloveni. Tomaz Furlan, Meta Grgurevic, Andrea Kvas e Nicola Martini, Rachele Maistrello, Alberto Scodro, Matej Stupica vanno dritti al sodo. I loro progetti, immaginati per Lubiana e il Museo MG/MSUM, puntano a salvaguardare il rapporto che unisce arte e dinamiche socio-ambientali del contesto ospite. L’urgenza di uno scambio profondo tra pubblico e privato, tra suono e spazio, e l’appello a sostenere, con materia e pensiero, un patrimonio culturale condiviso, animano le proposte in mostra. Per tornare a riempire “il pubblico” di sostanza, volti, azioni. Speriamo che Rachele Maistrello, scelta dalla giuria per realizzare il suo progetto, The History Within, visibile nello spazio antistante il museo sloveno dal 20 giugno, lo sappia fare. Con cura, appunto.

Arianna Testino

Venezia // fino al 25 maggio 2014
Handle with care. Conservation and Temporality of Contemporary Artworks
FONDAZIONE BEVILACQUA LA MASA
Piazza San Marco 71c
041 520 7797
[email protected]
www.bevilacqualamasa.it