Una città, un decennio. Roma Anni Settanta

Palazzo delle Esposizioni, Roma – fino al 2 marzo 2014. Una mostra che fa il punto su un decennio dell’arte nella Capitale. Un periodo storico segnato dalla ricerca e dal dibattito, spesso molto acceso. Tra mostre, libri, incontri e momenti memorabili.

Anni ’70. Arte a Roma - veduta della mostra presso il Palaexpo, Roma 2013

Secondo Daniela Lancioni, curatrice del Palaexpo, gli Anni Settanta sono stati gli anni del dibattito, gli anni del confronto dialogico e profondamente vitale – a tratti anche violento – tra arte, politica e società. Emergono parole chiave: “l’altro”, “il doppio” , “il sistema”, “il fenomeno”, nuclei di senso attorno ai quali si aggregano le opere più significative del decennio. La grande mostra presso il Palazzo delle Esposizioni, la cui realizzazione ha richiesto due anni di lavoro, si articola a partire da quattro mostre-simbolo del periodo: Vitalità del negativo, Contemporanea, Fine dell’alchimia e Ghenos, Eros e Thanatos, senza dimenticare il ciclo degli Incontri Internazionali d’Arte, che resero Roma uno dei luoghi più attivi e interessanti in cui vivere per un artista o per chiunque fosse interessato alla cultura negli anni Settanta. Centrale è la volontà di studio del periodo e delle dinamiche intercorse tra artisti, galleristi, personalità della cultura e pubblico. Si tratta di una mostra con spiccate velleità di studio e di ricerca, ma che attraverso la disposizione delle oltre duecento opere di cento autori italiani e internazionali vuole anche offrire un’interpretazione del decennio.

Anni ’70. Arte a Roma - veduta della mostra presso il Palaexpo, Roma 2013
Anni ’70. Arte a Roma – veduta della mostra presso il Palaexpo, Roma 2013

Sono presenti tutti i grandi protagonisti: dall’Arte Povera agli artisti della cosiddetta Scuola Romana, dall’Arte Concettuale al Postminimalismo e alla Pittura Analitica, fino alla Transavanguardia. Tuttavia, le opere non sono suddivise per sala secondo l’appartenenza a questo o quel movimento. O meglio, non solo. Stimolante è scoprire i displacement e interrogarsi su quali siano le loro motivazioni. In alcuni casi, si è addirittura cercato di riprodurre lo stesso allestimento della mostra in cui per la prima volta furono esposte alcune delle opere.
Gli anni Settanta vengono ricostruiti anche come decennio determinante e spartiacque nella storia dell’arte contemporanea, tramite lo sviluppo di una sensibilità artistica che lascia l’opera “aperta”, come un lavoro che si interroga continuamente sul mondo.
A questo proposito, sul sito dell’azienda Palaexpo verrà pubblicata la cronologia che ha fatto da ossatura alla mostra: un corpus di oltre mille schede, tra mostre performance, azioni, dibattiti, da condividere e incrementare grazie ai contributi di altri studiosi e testimoni.

Chiara Ciolfi

Roma // fino al 2 marzo 2014
Anni ’70. Arte a Roma
a cura di Daniela Lancioni
PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI
Via Nazionale 194
06 39967500
[email protected]
www.palazzoesposizioni.it

CONDIVIDI
Chiara Ciolfi
Chiara Ciolfi (Roma, 1987) è laureanda in Storia dell’Arte presso l’Università di Roma La Sapienza. Si interessa di arte contemporanea in tutte le sue forme, con un accento particolare sull’editoria e le riviste di settore. Ha collaborato con Exibart dal 2008 al 2011 fino all’avvento dell’ “era Artribune”. Attualmente sta costruendo il suo percorso tra stage e collaborazioni con fondazioni orientate alla ricerca (Nomas Foundation) e gallerie collaudate (Gagosian Gallery), con il sogno di farne un lavoro vero.