L’alba di un nuovo inizio. CO2 da Roma a Torino

Galleria CO2, Torino – fino al 25 gennaio 2014. La continuità nel cambiamento, si potrebbe intitolare la mostra, se non si chiamasse già The Cock-Crow. Perché la galleria romana si è trasferita a Torino, in un garage-officina in zona Mirafiori Sud. Ma gli artisti sono rimasti gli stessi.

Ilja Karilampi, How ever long the night, 2013 - CO2, Torino 2013

Il senso della mostra, intitolata The Cock-Crow, è tutto qui: nella condivisione di un percorso, portato avanti da nove artisti di una galleria romana, nel suo trasferimento da una città a un’altra. Realizzato dai più – tranne Giulio Delvè (Napoli, 1984) presente con uno still da Dumbo e Mike Ruiz (Victoria, 1984) con un remix della Gioconda – attraverso lavori site specific. Come nel caso di Ettore Favini (Cremona, 1974), con la sua opera-manifesto, esplicitamente riferita al titolo della collettiva torinese. Ilja Karilampi (Göteborg, 1983) si affida alla poesia degli slogan, scritti a spray su un muro illuminato da una lampada di Wood, mentre due sculture della new entry Helena Hladilova (Kromeriz, 1983) dialogano con tre dipinti dell’artista storico della galleria, Gianni Politi (Roma, 1986). Infine, le opere di Andrea Dojmi (Roma, 1973), Samara Scott (Londra, 1985) e Jesse Wine (Chester, 1983), a segnare il passaggio nella nuova sede di Torino. Nel segno della continuità.

Claudia Giraud

Torino // fino al 25 gennaio 2014
The Cock-Crow
CO2
Via Arnaldo da Brescia 39
[email protected]
www.co2gallery.com