Alberi imprevedibili nel soppalco di The Format

The Format, Milano – fino al 13 dicembre 2013. Sei fotografie scandiscono il soppalco (The balcony) negli ambienti della galleria. Il percorso brevissimo, scenografico ed estremamente ricco di dettagli, mostra mondi immaginari in cui l’uomo può solo guardare.

Barbara Nati - Unpredictable trees, Cipresso - The Format, Milano 2013

Nel dedalo di ex officine e loft di via Pestalozzi, dietro la cortina continua di Riva di Porta Ticinese, sei fotografie verticali, di grandi dimensioni, compongono la prima personale di Barbara Nati (Roma, 1980) Unpredictable trees. Nello spazio raccolto del soppalco di The Format, le finestre sceniche di questa corner exhibiton si aprono su mondi in cui la vita dell’uomo rappresenta la traccia di se stessa. Alberi come abeti, castagni, olmi, cipressi e larici non sono altro che la massa di una natura non più conforme alle proprie leggi, ma legata all’impredicibilità del caos, della catastrofe, dell’emergenza. Nelle composizioni digitali della Nati, la sospensione della rovina non resta davanti agli occhi, bensì al di sopra, un’incombenza ricostruita alla luce maligna di giorni e notti americane. L’elaborazione visuale di architetture porzionate, costantemente in bilico, lascia intendere da parte della Nati un ottimo lavoro sull’universo virtuale, oblio per ogni aspro principio di realtà.

Ginevra Bria

Milano // fino al 13 dicembre 2013
Barbara Nati – Unpredictable trees
THE FORMAT
Via Pestalozzi 10/32
[email protected]
www.theformatcontemporaryculturegallery.4ormat.com

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.
  • pietrosergiomauri

    surreale bellissima virtualità di come dovremmo vedere la realtà tutti i giorni,
    peccato aver letto oggi a fine mostra