Michael van Ofen e il viaggio nell’Italia unita

Collezione Maramotti, Reggio Emilia – fino al 31 gennaio. Una ventina di tele, di grandi e piccole dimensioni, istoriano il padiglione esterno. Michael van Ofen astrae la propria ricerca pittorica rievocando antichi viaggi culturali in Italia. Raggiungendo raffinati echi iconografici, tra Germania e Italia.

Michael van Ofen - Germania und Italia, La continuazione del contemporaneo - veduta della mostra presso la Collezione Maramotti, Reggio Emilia 2013 - photo C. Dario Lasagni

Come fra le pagine di un raffinato diario di viaggio, Michael van Ofen (Essen, 1956) allestisce a Reggio Emilia dipinti di piccole e medie dimensioni. Nella personale dal titolo Germania und Italia, il viaggio artistico, estetico e storiografico di van Ofen si trasforma in un’antologia di accenni pittorici, segni condensati che rievocano antichi contatti storico-culturali fra Italia e Germania. Alle pareti i dipinti esposti, caratterizzati, a volte, da velature tono su tono e a volte da rapide emersioni di soggetti in controluce, lasciano intravedere rigogliosi paesaggi emotivi, non sempre percepibili nella loro interezza. L’indagine formale della personale persegue i legami e le analogie tra i due Paesi durante la seconda metà dell’Ottocento, ispirandosi alla vicinanza cronologica della creazione di uno stato unitario in Italia e in Germania nel decennio tra il 1861 e il 1871.

Ginevra Bria

Reggio Emilia // fino al 31 gennaio 2014
Michael van Ofen – Germania und Italia. La continuazione del contemporaneo
COLLEZIONE MARAMOTTI
Via Fratelli Cervi 66

0522 382484
[email protected]
www.collezionemaramotti.org

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.