Il ritorno di Jannis

Fondazione Volume!, Roma – fino al 15 novembre 2013. A quindici anni di distanza dall’intervento che inaugurò uno dei centri nevralgici dell’arte contemporanea a Roma, Jannis Kounellis torna nello spazio di via San Francesco di Sales con una nuova mostra.

Jannis Kounellis, Fondazione VOLUME_ PH VISCUSO

L’installazione, che si raccoglie nello spazio intimo e particolare di Volume!, è composta da lastre di ferro, appese al muro e decorate da corde fitte. Le lastre hanno la dimensione di un letto matrimoniale, rimandandoci subito al tema chiave della ricerca di Jannis Kounellis (Pireo, 1936; vive a Roma): la dimensione umana. Le corde strette nei robusti pezzi di ferro arrugginiti ci ricordano il lavoro delle ricamatrici, che tessono con ripetizione meccanica, ed è proprio l’angosciosa ripetizione del gesto che resta scolpita nel tempo e nello spazio, comunicandoci la sua intensa simbologia.
L’armadio in legno, simbolo della performance che accompagnava la mostra del 1998, torna nel nuovo allestimento come ricordo, ma anche come punto simbolico da cui ripartire per la Fondazione, che ha recentemente festeggiato il 15 anni di attività. Da segnale, inoltre, che le foto che accompagnano il lavoro sono state realizzate da giovani fotografi, invitati ad osservare Kounellis al lavoro. Un’ulteriore conferma della nuova linea, anche didattica, intrapresa da Volume!.

 

Valentina Gasperini

Roma // fino al 15 novembre 2013
Jannis Kounellis
a cura di Danilo Eccher
FONDAZIONE VOLUME!
Via San Francesco di Sales, 86/88
06 6892431
[email protected]
www.fondazionevolume.com

 

CONDIVIDI
Valentina Gasperini
Valentina Gasperini (Roma, 1987) si laurea in Storia dell'arte contemporanea nel gennaio 2013 presso l'Università la Sapienza in Roma, con una tesi sulla nascita della galleria l'Obelisco. Tra le sue esperienze ci sono diverse collaborazioni nei centri dell'arte contemporanea a Roma, come la galleria Magazzino d'Arte Moderna e l'Istituto Svizzero. Membro di 1to1 projects, piattaforma per la creazione, lo sviluppo e la creazione di progetti di arte contemporanea che ha sede al Macro Testaccio di Roma. Vive a Roma.