Disegno sovrano e cadenzato: è Serse

Galleria Giuseppe Pero, Milano – fino al 15 novembre 2013. Un morbido universo grigio, dove le aperture sono fonte di ritmo e i riflessi occasione di nuovi rimandi. La personale di Serse è un dinamismo a diverse profondità.

Serse, Fotographite, 2013, matita su carta, cm 195x240

L’angolo sembra uno dei luoghi preferiti da Serse (San Polo di Piave, 1952; vive a Trieste): la geometria struttura con vigore i disegni, che potrebbero essere inquadrature di una cinepresa ricercata. Ma sono i toni a farla da padrone: le ombre ben modulate evocano sensazioni intime e conosciute. Eccetto per una serie di opere con interventi in foglia d’argento, la maggior parte dei lavori esposti a Milano in Disegnare per ordini e numeri sono realizzati a grafite, tecnica privilegiata da Serse, e si rifanno alle architetture di Carlo Scarpa, in particolare a quelle site a San Vito di Altivole. La costruzione trova un filo comune con le geometrie perfette dei diamanti disegnati in grande formato ed esposti nella sala più piccola della galleria. Inoltre, il durissimo minerale rappresentato si lega alla tecnica stessa: tanto il diamante che la grafite sono forme allotropiche del carbonio.

Lucia Grassiccia

Milano // fino al 15 novembre 2013
Serse – Disegnare per ordini e numeri
a cura di Riccardo Caldura
GIUSEPPE PERO
Via Porro Lambertenghi 3t
02 66823916
[email protected]
www.giuseppepero.it

CONDIVIDI
Lucia Grassiccia
Lucia Grassiccia è nata a Modica (RG) nel 1986. Dopo una formazione tecnico-linguistica ha studiato presso l’Accademia di belle arti di Catania, dove ha contribuito a fondare e dirigere un webzine sperimentale (www.hzine.it) gestito da un gruppo di allievi dell’accademia. Per hzine ha svolto principalmente attività di giornalista, titolista, editing. Dal 2008 scrive saltuariamente per il quotidiano web locale Nuovascicli Ondaiblea, soprattutto recensioni su libri e mostre. Nel 2010 inizia la collaborazione con Exibart che a breve si sospende e prosegue con la redazione di Artribune. Cura saltuariamente i testi critici per alcune associazioni e gallerie (vedi The White Gallery, Milano). Nel 2013 pubblica il romanzo ebook Elevator (Prospero Editore) e inizia a collaborare occasionalmente con la rivista Look Lateral. Nello stesso anno completa gli studi in arteterapia clinica presso la scuola Lyceum Vitt3. Attualmente vive a Milano.