Buon compleanno Base

Base, Firenze – fino al 20 novembre 2013. Era il 1998 quando a Firenze nasceva “Base”, spazio sui generis creato da artisti per gli artisti, con l’intento di presentare alla città i risvolti più attuali dell’arte contemporanea internazionale. A celebrare il 15esimo compleanno ci pensa David Tremlett.

David Tremlett per Base, Firenze 2013

In occasione del quindicesimo anno di attività, il collettivo di Base/Progetti per l’arte, formato da Mario Airò, Marco Bagnoli, Massimo Bartolini, Vittorio Cavallini, Yuki Ichihashi, Paolo Masi, Massimo Nannucci, Maurizio Nannucci, Paolo Parisi, Remo Salvadori ed Enrico Vezzi, presenta Due Pareti, ultima fatica di David Tremlett (Dartford, 1945; vive a Bovingdon) concepita ad hoc per lo spazio di via San Niccolò. Più che di esposizione si tratta di un intervento site specific: Tremlett ci ha abituati ormai da anni a leggere il suo lavoro come parte integrante dell’architettura in cui si insedia, per restituire allo spettatore una nuova possibilità interpretativa e relazionale. I wall painting realizzati per Base nascono da due disegni concepiti rispettivamente in Giappone e in Vietnam, attraverso i quali l’artista ha ri-disegnato le coordinate spaziali del luogo riconfigurandone la visione e rinnovando l’esperienza del fruitore. Viene dunque confermato il suo interesse per l’astrattismo geometrico, che attraverso forme e colori mette in relazione lo spazio mentale con quello fisico realmente tangibile.

Gino Pisapia

Firenze // fino al 20 novembre 2013
David Tremlett

BASE / PROGETTI PER L’ARTE
Via di San Niccolò 18r
328 9627778 / 329 2298348 / 347 7210222

[email protected]
www.baseitaly.org

CONDIVIDI
Gino Pisapia
Classe 1981, Gino Pisapia è critico d’arte e curatore indipendente, indaga e si occupa di ricerca sulle ultimissime esperienze artistiche, vive e lavora a Firenze. Nel 2006 si è laureato in Storia dell'arte Contemporanea all'Università di Napoli, nel 2007 ha conseguito un master in Management dei Beni Culturali promosso dalla Regione Campania. Ha ideato e realizzato progetti di didattica museale integrata, nel 2008 ha scritto e diretto il documentario Astrazione Napoletana sull'opera di Renato Barisani e dal 2007 al 2010 ha collaborato con la Galleria Lia Rumma di Napoli/Milano. Ha tenuto lezioni di storia dell'arte e fatto parte di varie giurie per l'assegnazione di premi legati alla cultura e all'arte contemporanea. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati tra cui Memories; vertigine [di]segno; Tempus edax rerum; Elements; Cleo Fariselli. I suoi contributi critici sono presenti in diverse pubblicazioni. Scrive per Exibart, ArsKey e Artribune.
  • Angelov

    LIKE