And the winner is… La BNL al Maxxi

L’artista israeliano Dor Guez vince il diritto di entrare a pieno titolo nella collezione di arte contemporanea della BNL Gruppo BNP Paribas. Che inaugura, presso il nuovo spazio D del Maxxi, la mostra “The sea is my land. Artisti dal Mediterraneo”. A Roma, fino al 29 settembre.

The sea is my land. Artisti dal Mediterraneo - veduta della mostra presso il MAXXI, Roma 2013

Lo dice Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi, lo sottolinea Fabio Gallia, AD del gruppo, e lo ribadisce il co-curatore Francesco Bonami: il Mediterraneo è crocevia non solo di rotte, ma anche e soprattutto di flussi culturali che alimentano la complessità degli Stati che vi si affacciano. E tra questi c’è l’Italia. Un planisfero reinterpretato da Mario Schifano introduce al nuovo spazio D, restaurato dal gruppo Fendi e già usato dall’Azerbaigian per la relativa mostra, che accoglie le opere dei 22 artisti partecipanti alla collettiva. Il focus è sul video e sulla fotografia in particolare, che ha catalizzato investimenti importanti da parte del gruppo bancario negli ultimi anni.
Dor Guez (Gerusalemme, 1980; vive a Jaffa) ha conquistato il favore della giuria con l’opera Two Palestinian Riders, Ben Shemen Forest (2011), un lightbox che coglie l’attimo in cui due uomini di origine palestinese attraversano la foresta del parco nazionale di Ben Shemen a cavallo. Come due spettri che interrompono la regolarità del paesaggio.

The sea is my land. Artisti dal Mediterraneo - veduta della mostra presso il MAXXI, Roma 2013
The sea is my land. Artisti dal Mediterraneo – veduta della mostra presso il MAXXI, Roma 2013

L’artista cipriota Christodoulos Panayiotou (Limassol, 1978; vive a Limassol, Parigi e Berlino), invece, si è guadagnato una menzione speciale con il suo lavoro Never Land (2008), che rientra in un progetto di trilogia. Tramite 135 diapositive, raccolte nell’archivio di uno dei più importanti giornali nazionali, testimonia la quotidianità dell’isola nei turbolenti Anni Novanta. Infine, “premio di consolazione”, come vincitrice del parallelo concorso online, per Rori Palazzo (Palermo, 1977) che, con l’opera Dream#01/La mia casa (2011), racconta il paesaggio della sua terra con una vena onirica e sospesa nel tempo, ma estremamente reale e tangibile.
Gli altri lavori, selezionati con una cura evidente, dal commovente dialogo per immagini tra una moglie e un marito di Mladen Miljanović ai poetici Miniverse di Aleš Bravničar, declinano le contraddizioni, lo spaesamento, ma anche la luce e la bellezza di quello che è un vero e proprio Paese a sé, al di là e al di sopra di ogni possibile confine geografico: il Mediterraneo.

Chiara Ciolfi

Roma // fino al 29 settembre 2013
The sea is my land. Artisti dal Mediterraneo
a cura di Francesco Bonami ed Emanuela Mazzonis
MAXXI
Via Guido Reni 4a
06 3225178
www.fondazionemaxxi.it

CONDIVIDI
Chiara Ciolfi
Chiara Ciolfi (Roma, 1987) è laureanda in Storia dell’Arte presso l’Università di Roma La Sapienza. Si interessa di arte contemporanea in tutte le sue forme, con un accento particolare sull’editoria e le riviste di settore. Ha collaborato con Exibart dal 2008 al 2011 fino all’avvento dell’ “era Artribune”. Attualmente sta costruendo il suo percorso tra stage e collaborazioni con fondazioni orientate alla ricerca (Nomas Foundation) e gallerie collaudate (Gagosian Gallery), con il sogno di farne un lavoro vero.