I ritagli e i rimandi di Elio Varuna

“Elio e le storie fraintese” è il titolo della mostra che porta il dirompente spirito neo-pop di Elio Varuna nella Galleria 1 Opera di Napoli. Fino al 20 maggio, tra ratti d’Europa e politici divulgatori.

Elio Varuna - Burlesquoni

Elio Varuna (Roma, 1975; vive a Roma e Berlino) non si irrigidisce di fronte alla possibilità di cogliere tutte le consonanze e le dissonanze rintracciabili in giochi di parole, rimandi di immagini, ritagli giornalistici, riferimenti mitologici e letterari, ma lascia i suoi esserini rossi liberi di mescolare e ridefinire l’assetto di certe questioni che, a ripensarci, rimangono ancora inverosimili. Lo sguardo è filtrato da titoli di giornali ed espressioni fin troppo rimasticate di una situazione italiana ed europea che ancora non appare distante. Come se il destino dell’Europa stessa fosse da rintracciare nel suo stesso nome, i ritagli di giornale e la pittura di Varuna – di natura neo-pop – raccontano ancora l’antica storia di usurpazione in Il Ratto d’Europa. Mentre l’attenzione sull’Italia si focalizza su uno dei protagonisti che si è mostrato particolarmente abile nella divulgazione di storie fraintese, il cui nome si modella su alcune pagine boccacciane.

Arianna Apicella

Napoli // fino al 31 maggio 2013
Elio Varuna – Elio e le storie fraintese
GALLERIA 1 OPERA
Via San Biagio dei Librai 121
393 3641664
[email protected]
www.1opera.it

CONDIVIDI
Arianna Apicella
Arianna Apicella (Salerno, 1993) ha studiato presso il liceo classico Torquato Tasso. Attualmente è iscritta all’Università degli Studi di Napoli l’Orientale dove studia cinese e inglese. Appassionata alla letteratura e alle arti visive, ha sperimentato il disegno fumettistico, l’approccio al palcoscenico e alla scrittura.