Relazioni misteriose on the road. Fotografia contemporanea a Roma

Sta a San Lorenzo, parla francese e si dedica alla fotografia contemporanea. Muove i suoi primi passi la Bloo Gallery di Roma. E fino al 13 aprile porta in Italia Christophe Bourguedieu.

Christophe Bourguedieu, Annuška, Helsinki. Dalla serie Tavastia, 2000, courtesy Bloo Gallery

Arriva dalla Francia Christophe Bourguedieu (Marrakesh, 1961; vive a Parigi) e porta con sé i suoi ultimi dieci anni di carriera, in una personale che descrive luoghi e sensazioni con il linguaggio fotografico. Quattro serie per offrire un punto di vista inedito: non solo paesaggi e persone, ma anche il silenzio di un obiettivo che descrive senza offrire soluzioni e che, nella solitudine di un percorso del tutto privato, chiede un compagno di viaggio.

La “scelta” dell’autore consiste nel condividere qualcosa di non immediatamente percepibile eppure persistente all’occhio e alla mente: chi sarà chiamato a guardare scoprirà immagini di natura e città, di mobili e volti, in un insieme composito che, tra eccellenti cromatismi e giochi luminosi, descrive l’enigma del quotidiano e il suo dissolversi nel tempo che passa. Sarà facile allora sentirsi destinatari di un’opportunità, e insieme fautori di una nuova, inedita interpretazione.

Marzia Apice

Roma // fino al 13 aprile 2013
Christophe Bourguedieu – La Scelta di Bourguedieu
BLOO GALLERY
Via Tiburtina 149
06 93374150
[email protected]
www.bloogallery.it

CONDIVIDI
Marzia Apice
Marzia Apice, romana, si è laureata nel 2002 al Dams di Roma Tre con una tesi in Storia e Critica del Cinema. A partire dal 2003, anno di iscrizione all'ordine dei giornalisti del Lazio, ha lavorato come giornalista free lance presso numerose testate dedicate alla cultura, tra cui quelle degli editori Mondadori Electa e Baldini Castoldi Dalai, occupandosi sia sul web che sulla carta stampata di cinema, arte e teatro. Nel contempo, si è dedicata all'attività di editor per alcune case editrici, e ha curato l'ufficio stampa per diversi eventi culturali. A maggio 2009 ha pubblicato con l'editore Bibliopolis il saggio "Le visioni di Pasolini. Immagini di una profezia". Attualmente è caporedattore del quotidiano web www.4arts.it e collabora a progetti legati alla diffusione della cultura in contesti sociali disagiati. Inoltre, per conto della società Aram Edizioni srl, di cui è socia, organizza e promuove eventi legati alla cultura e allo spettacolo.