Fontana, il fotografo della sintesi tra colore e geometrie

Dopo sette anni, alla galleria Oredaria torna Franco Fontana. Il segreto dei suoi scatti pittorici: “Rendere visibile il visibile. Non solo guardarlo, ma farlo vedere”. In mostra a Roma, fino al 27 aprile.

Franco Fontana

Il fulcro della mostra, oltre che il tema ricorrente della sua ricerca, è il paesaggio, esaltato nei suoi colori e nelle sue strutture geometriche. Franco Fontana (Modena, 1933) offre un’originale interpretazione dei paesaggi rurali e urbani. Questi si situano al confine tra rappresentazione e astrazione, attraverso una grande sensibilità cromatica e un’abilità compositiva altrettanto notevole. Tutta la sua ricerca fotografica è legata all’uso del colore. Colore che ha svariate valenze: è sensazione fisiologica, emozione, essenza dell’entusiasmo ma anche interpretazione e mezzo di conoscenza.

Franco Fontana - Paesaggi a confronto - veduta della mostra presso Oredaria, Roma 2013 - photo Alberto Fiore
Franco Fontana – Paesaggi a confronto – veduta della mostra presso Oredaria, Roma 2013 – photo Alberto Fiore

La scelta del colore da parte di Fontana risale agli Anni Sessanta, quando vi era la diffusa convinzione che la fotografia ‘alta’ fosse quella in bianco e nero. Ecco che, da subito, l’artista si presenta e si impone con i suoi colori sgargianti nell’ambito del mondo fotografico, ridefinendone i confini. Si tratta di un colore vivo e squillante, reale e astratto nello stesso tempo, che accenna a forme geometriche essenziali e alla ricerca della composizione delle linee. Da ultimo, colpisce in questi lavori l’assenza della figura umana. Unica eccezione, lo scatto che conclude il percorso espositivo: una strada di Los Angeles nella quale la sagoma sfuggente e misteriosa di una persona suggerisce che, dopotutto, alla base di ciò che vediamo, dai paesaggi rurali agli scenari urbani, sino alla fotografia che sta davanti a noi, vi è la traccia sottile dell’intervento umano.

Angela La Rosa

Roma // fino al 27 aprile 2013
Franco Fontana – Paesaggi a confronto
OREDARIA ARTI CONTEMPORANEE
Via Reggio Emilia 22-24
06 97601689
[email protected]
www.oredaria.it

Questo report costituisce l’esercitazione finale delle lezioni tenute da Artribune al LUISS Master of Art – creative.luiss.it/master/art/

 

CONDIVIDI
Angela La Rosa
Nata a Ragusa nel 1986, dopo aver conseguito la maturità classica si trasferisce a Roma, dove intraprende gli studi universitari presso la Luiss Guido Carli. Nel 2011 consegue la laurea in giurisprudenza con tesi in diritto del lavoro. Dal novembre 2011 è iscritta all'Albo dei praticanti presso l'Ordine degli avvocati di Catania. Parallelamente al percorso forense nutre e alimenta l'interesse per l'arte, in particolare la pittura, e per la fotografia. Attualmente frequenta il master of Art presso la Luiss Business School.
  • Grazie per aver preso in considerazione il maestro del colore e della sintesi in PHO. Grande il riferimento. Marco