Paolini il Romantico

Grande personale di Giulio Paolini a Roma, alla Galleria Giacomo Guidi, fino al 6 aprile. Dove domina un uomo voltato di spalle, che non può non rimandare al Romantico osservatore del mare di Caspar David Friedrich.

Giulio Paolini - Soglia

Le squadrature che cercano di incorniciare la realtà sfuggono all’uomo stesso che le osserva. Volgendo le spalle allo spettatore, il protagonista delle opere di Giulio Paolini (Genova, 1940; vive a Torino), di sapore friedrichiano, testimonia del parziale potere della geometria di spiegare all’uomo l’essenza dell’esistenza. La prospettiva albertiana, come in un passaggio di testimone, si unisce a una sorta di Romanticismo contemporaneo, fatto di fotografie, espositori in legno, frammenti di carta, lastre di vetro sovrapposte…
L’immagine si sottrae in direzione centrifuga dal calco in gesso di una testa classica, per arrivare in un territorio in cui è il mondo interiore a predominare. La linea si fa evanescente, fino a scomparire. La fuggevolezza del tratto lascia spazio – anche per la comprensione – a logiche meno rigide di quelle matematiche, delle proporzioni, delle geometria descrittiva.

Valentina Nunnari

Roma // fino al 6 aprile 2013
Giulio Paolini – Sulla Soglia
GIACOMO GUIDI
Corso Vittorio Emanuele II 282/284
06 6880138
[email protected]
www.giacomoguidi.it

CONDIVIDI
Valentina Nunnari
Valentina Nunnari (Roma, 1987) ha studiato Architettura all’Università la Sapienza di Roma, dove si è laureata con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea. Attualmente è iscritta al dottorato di ricerca in “Architettura. Teorie e progetto” presso il Dipartimento di Architettura e Progetto della Facoltà di Architettura di Roma, dove si occupa di temi legati alla teoria e alla progettazione in architettura, ed è coinvolta in progetti di ricerca e pubblicazioni, svolgendo parallelamente attività di collaborazione alla didattica all’interno di uno dei Laboratori di Progettazione Architettonica I della stessa Facoltà. Da sempre appassionata di arte contemporanea, dal 2012 collabora con Artribune. Grande viaggiatrice.