Un inglese, un italiano e Giorgio de Chirico

Francesco Vezzoli e Pablo Bronstein si sfidano a colpi di omaggi e interpretazioni a Giorgio de Chirico presso gli spazi della galleria Franco Noero di Torino. Fino al 15 gennaio.

Francesco Vezzoli - Portrait of Sophia Loren as the Muse of Antiquity (After Giorgio De Chirico) - 2011

Ci sono un inglese, un italiano e un metafisico. Un giorno, i primi due si incontrano e decidono di rendere omaggio al terzo. Ne nasce una piccola mostra presso la galleria Franco Noero di Torino, con un paio di opere soltanto, che ha il pregio di mettere in evidenza la libertà interpretativa che contraddistingue l’arte nell’epoca postmoderna, oltre che la fecondità di spunti che può offrire l’incontro con uno dei più importanti pittori del Novecento.
Francesco Vezzoli, l’italiano, trasforma la vetrina al piano terra della Fetta di Polenta in uno spazio metafisico totale – macchiato di Pop – che restituisce in trompe-l’oeil una tela di Giorgio de Chirico, nel mezzo della quale viene inserita una sgargiante statua dorata, in cui Ariadne, la musa dell’antichità, è sostituita da una rappresentazione di Sophia Loren.

Pablo Bronstein – Sepulchre with Dancer – 2012

Pablo Bronstein, l’inglese, più concettuale e freddo rispetto al collega, mette in scena un monumento ʻviventeʼ, ispirato alla tomba di Riccardo Cuor di Leone nella basilica francese di Rouen e interpretato da un ballerino professionista costretto all’immobilità di un monumento metafisico.

Andrea Rodi

Torino // fino al 15 gennaio 2013
Francesco Vezzoli / Pablo Bronstein
FRANCO NOERO
Piazza Santa Giulia 5
011 882208
[email protected]
www.franconoero.com

CONDIVIDI
Andrea Rodi
Andrea Rodi nasce a Chieri (TO), nel 1980. Prima di laurearsi in Filosofia presso l’Università degli Studi di Torino, con una tesi sulle influenze filosofiche nell’opera dello scrittore americano Paul Auster, ha vissuto per lunghi periodi negli Stati Uniti, a Londra e a Barcellona. Dal 2009 collabora con il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri), per il quale ha curato le mostre Project: Lid for a Submerged Wolrd (2010), Silvio Vigliaturo. Amazzoni (2011) e Young at Art, I stay Here (2012). Negli ultimi due anni ha scritto per diverse testate nel settore dell’arte contemporanea. Attualmente, lo si può leggere su Artribune, Inside Art e sul sito Atlantidezine.it. I suoi articoli sono raccolti sul blog http://torinocult.com.
  • DSK

    Cosa farà Vezzoli dopo la Loren – De Chirico?
    Il Mastroianni – Savinio

    La Loren di Vezzoli viene dall’ultimo periodo di De Chirico…
    Sì, viene un po’ Da-lì

    Quanto dura la mostra con la Loren alla Galleria Franco Noero?
    Ieri, oggi, domani

  • Angelov

    stucchevole bronzetto
    patinato a riflettere
    fuggevoli sguardi
    di presenti perplessi

  • DSK

    Con cosa è verniciata la Loren di Vezzoli?
    Succo di PoMo-d’oro