Spread o non spread?

… questo è il problema. Nicola Evangelisti affronta in maniera personale tematiche economiche e sociali ai tempi della crisi. Le sue Temporary Illusions sono esposte da Oltredimore, a Bologna, fino al 19 gennaio.

Nicola Evangelisti, $, 2012

Unendo l’immaterialità alla materialità, le opere di Nicola Evangelisti (Bologna, 1972) spingono a riflettere sulla pesante incidenza che l’economia virtuale ha sulla vita reale. È così che nascono le scritte (“spread”, “crisis”…) o i simboli delle valute costituite da bossoli di fucile recuperati dopo il loro abituale uso.
La consolidata fiducia nella percezione sensoriale del reale è minata dall’ologramma di una moneta da 1 euro (Temporary Illusions, 2012): l’immagine proiettata sul muro declina l’Uomo Vitruviano in due versioni, una normale e l’altra “frantumata”. E ancora, l’installazione sonora Coins Evanescence presenta l’immagine della stessa moneta deformata dal suono di un canto tibetano o della campanella che apre le contrattazioni in Borsa.

Elena Tonelli

Bologna // fino al 19 gennaio 2013
Nicola Evangelisti – Temporary Illusions
a cura di Olivia Spatola
GALLERIA OLTREDIMORE
Piazza San Giovanni in Monte 7
051 6449537
[email protected]
www.oltredimore.it 

CONDIVIDI
Elena Tonelli
Nata a Trento nel 1985, dopo il diploma classico si è laureata in Storia e Tutela dei Beni Culturali nell’Ateneo di Padova con una tesi sulla critica tedesca a Fernand Léger (2008). Trasferita a Bologna per seguire la magistrale in Arti Visive, curriculum contemporaneo, si è laureata, di nuovo a pieni voti, con una tesi su Wolf Vostell (2011). Attualmente sta seguendo il primo anno della Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici sempre presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna. Da sempre interessata all’arte e agli eventi culturali, con particolare riferimento ai loro risvolti contemporanei, Elena ha collaborato con diversi Enti pubblici per l’organizzazione di eventi culturali e mostre. Nel 2008 presso la Galleria Civica Cavour per la mostra Novecento al museo (Padova), nel 2010 supporto per l’evento Draft. Performing Videoart and Music (Bologna, a cura di Silvia Grandi) e per la mostra ART//TUBE, L’arte alla prova della creativita’ amatoriale (Padova, a cura di Guido Bartorelli).