Anticipazioni indesiderate

Un percorso articolato, quello di Marcello Mantegazza, un perdersi e un ritrovarsi continuo come lo scorrere del tempo. Per tutto gennaio nell’ex centro Polifunzionale Cecilia, riconvertito alla cultura. Siamo a Tito, in provincia di Potenza.

Marcello Mantegazza - The End

Se appare il segnalatore di spoiler prima di un contenuto grafico-visuale, di seguito ci sarà svelato qualcosa che non vorremmo sapere. La trama di un film o la soluzione di un gioco. Da questa sorta di “avvertimento” trae spunto la mostra di Marcello Mantegazza (Potenza, 1974) allestita presso Cecilia, Centro polifunzionale nato con i fondi post terremoto e per molti anni inutilizzato. Simbolo dello spreco di denaro pubblico, è oggi rifiorito nel segno dell’arte e della cultura.
Ecco campeggiare sulla parete l’emblematica opera The End, composta da sovrapposizioni di date inchiostrate ad arte. Una ricerca sulla qualità estetica della catalogazione si combina con l’idea boltanskiana unicità/moltiplicità di ognuno, che rimanda a quella dell’ineluttabile fine. Memento Mori dove la morte è solo un timbro di quel lungo calendario che è la vita. Un percorso articolato: un perdersi e ritrovarsi continuo come lo scorrere del tempo. L’unica evidenza incancellabile è il momento.

Lori Adragna

Tito // fino al 31 gennaio 2013
Marcello Mantegazza – Spoiler: You Will Die
a cura di Barbara Martusciello
CECILIA – CENTRO PER LA CREATIVITÀ
Contrada Santa Venere
0971 798342
[email protected]
www.centrocecilia.it 

CONDIVIDI
Lori Adragna
Lori Adragna nata a Palermo, vive e lavora a Roma. Storico dell’arte con perfezionamento in simbologia (Arte e simboli nella psicologia junghiana). Critico e curatore indipendente, dal 1996 organizza mostre ed eventi culturali per spazi privati e pubblici tra cui: Museo Nazionale d’Arte orientale di Roma; Villa Piccolomini, Roma; Museo D'Annunzio, Pescara; Teatro Palladium, Università Roma Tre; Teatro Furio Camillo, Roma; Palazzo Sant’Elia, Palermo; Museo di Capodimonte, Napoli; Complesso monumentale di San Leucio, Caserta; Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, Roma. In veste di consulente editoriale e artistico ha collaborato inoltre per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (realizzando cataloghi e mostre nel Complesso monumentale di S. Michele a Ripa). I suoi testi sono pubblicati su enciclopedie, libri, cataloghi, in Italia e all’Estero. Scrive come free lance per numerose riviste specializzate nel settore artistico.