Sul lettino di Francesco Bertocco

Dietro le quinte della pratica psicoterapeutica. Sino al 29 dicembre è in scena “Role Play”, una mostra personale di Francesco Bertocco che inaugura la nuova sede della galleria Lucie Fontaine a Milano.

Francesco Bertocco - Role-Play - veduta della mostra presso Lucie Fontaine, Milano 2012

Di fronte alle videoinstallazioni di Francesco Bertocco (Milano, 1983) alla galleria Lucie Fontaine, il lettino dell’analista sembra appartenere a un immaginario ormai obsoleto. Nella sua seconda personale milanese, l’artista continua l’indagine sulla pratica psicoterapeutica ponendo l’accento sulla metodologia che disciplina il rapporto medico/paziente: il pretesto nasce dall’incontro con un peculiare materiale d’archivio, vere e proprie mise en scène di sedute di analisi, realizzate in ambito universitario a scopo didattico.
Attraverso una minuziosa analisi linguistica, messa in luce dalla manipolazione dei found footage con il montaggio digitale, Bertocco svela i meccanismi alla base della rappresentazione di un caso-studio (dai gesti al set, sino ai movimenti di camera) invitando chi guarda ad aderire alla dimensione critica dell’opera. Le immagini risultanti saturano lo spazio espositivo, ponendoci faccia a faccia con un glossario di fragilità umane con cui è difficile non entrare in empatia.

Manuela Buttiglione

Milano // fino al 29 dicembre 2012
Francesco Bertocco – Role-Play
LUCIE FONTAINE
Via Rigola 1
331 9974699
www.luciefontaine.com

CONDIVIDI
Manu Buttiglione
Manu Buttiglione (Bari, 1983) è una storica dell’arte da sempre interessata alle diverse espressioni della creatività contemporanea, con un’attenzione particolare verso gli artisti della sua generazione. Dopo la laurea in Storia dell’arte contemporanea presso l’Università di Bologna ha intrapreso diverse collaborazioni con artisti, gallerie, spazi non profit e istituzioni tra l’Italia, il Regno Unito e la Lituania; al momento vive e lavora a Milano, con la valigia sempre pronta per nuove avventure.