Il libro degli ospiti: Mario Praz e Milton Gendel

La storia di un incontro tra uno scrittore e un fotografo. E di tanti altri avvenuti negli anni. Negli affascinanti spazi del Museo Praz di Roma sono esposte le fotografie di Milton Gendel, insieme a lettere, libri, oggetti. Per raccontare un’epoca. Fino al 24 marzo.

Milton Gendel - Harold Acton

Via Zanardelli 1, Palazzo Primoli, secondo piano. È qui, nell’affascinante dimora studio di Mario Praz – prima appartenuta al conte Giuseppe, di stirpe napoleonica- che si incontrarono per l’ultima volta, trent’anni fa, Praz e il fotografo Milton Gendel. Era il 17 febbraio del 1982 e nell’occasione Gendel scattò l’ultimo ritratto del celebre studioso e anglista, che sarebbe scomparso solo un mese dopo. Ed è qui che i due si rincontrano oggi, nella mostra a cura di Barbara Drudi e Patrizia Rosazza Ferraris.
Visitors’ Book, ospiti a casa Praz apre idealmente il libro dei visitatori della casa museo di Praz e ne fa uscire diciassette (scaramanzia pura, sarebbe piaciuta al padrone di casa) ritratti fotografici di ospiti famosi firmati da Gendel che, sfrattato da Palazzo Doria da un anno, ha avuto in concessione dalla Fondazione Primoli in comodato d’uso a vita, un appartamento casa-studio proprio in questo palazzo storico. Lettere, dediche, recensioni che provengono dall’archivio del collezionista Praz si appoggiano, come in un castello di carte, sulle fotografie d’autore di Gendel, che ha ritratto alcuni degli ospiti che passarono per la casa museo e costruiscono uno spaccato lungo vent’anni del mondo culturale del tempo.

Milton Gendel – Giulio Carlo Argan

Ecco quindi Mario Praz con Viviana della Porta, Palma Bucarelli e Giulio Carlo Argan, o gli scatti della visita di Margaret d’Inghilterra, che nel visitor book lascia la sua firma su una pagina intera. E ancora ecco Gore Vidal, in posa da playboy, e Alberto Arbasino con Camilla Pecci Blunt, e poi Giorgio Soavi e tanti altri. Esposti anche i libri con le dediche a Praz, le lettere, la corrispondenza con personaggi della cultura e della mondanità del suo tempo.
Dai tre libri rossi degli ospiti spuntano anche i nomi di Ingrid Bergman, Vincenzo Cardarelli, Truman Capote, Elsa Morante e Alberto Moravia, oltre a W.H. Auden, Federico Zeri e Marella Agnelli. Gendel, che aveva fatto spesso visita a Praz nella sua casa museo, ora vivrà nello stesso palazzo e anche lui lascerà alla Fondazione il suo archivio fotografico, la sua biblioteca e altri oggetti che arricchiranno il patrimonio culturale del Palazzo

Geraldine Schwarz

Roma // fino al 24 marzo 2013
Visitors’ Book. Ospiti a casa Praz. Ritratti fotografici di Milton Gendel, lettere, dediche e recensioni
a cura di Barbara Drudi e Patrizia Rosazza Ferraris
MUSEO MARIO PRAZ
Via Zanardelli 1
06 6861089
[email protected]
www.museopraz.beniculturali.it

  • aldo serafinelli

    ..e c’è anche il mio nome…
    onore e gloria al mio grande Maestro

  • Buon sito che consiglio a tutti. congratulazione