Tessuti ritmici. Uno spioncino diviso fra Danilo Correale e Anna Franceschini

Fra stiratrici automatiche, trame, automi, orditi, scampoli e panneggi, Peep-Hole si divide in due. Danilo Correale e Anna Franceschini presentano principalmente un’installazione e un video. Al centro di luci e ombre. A Milano, fino al 10 novembre.

Anna Franceschini - Peep-Hole, Milano 2012

Dopo una lunga pausa estiva, Peep-Hole propone una doppia personale incisiva e raffinata, presentando due artisti dai profili e dalle attitudini allo spazio differenti. Con The Stuffed Shirt di Anna Franceschini e The Warp and the Weft di Danilo Correale, le sale di via Castaldi si dividono in due, presentando, fra gli altri lavori presenti, due progetti: un video e un’installazione sospesa. Anna Franceschini (Pavia, 1979; vive a Bruxelles) davanti all’obiettivo registra movimenti e mostruosità di una stiratrice automatica che, unica forma umana tra i macchinari industriali, gonfia una camicia per stirarne il tessuto (The stuffed shirt). Tra afflati d’anima e rigonfiamenti d’alterigia. Danilo Correale (Napoli, 1982; vive a Londra), invece, fraziona la sala più grande di Peep-Hole, sospendendo a soffitto cinque diversi tessuti tartan. Panneggi composti selezionando le scale cromatiche dei loghi degli istituti finanziari più potenti del mondo (The Warp and the Weft).

Ginevra Bria

Milano // fino al 10 novembre 2012
Anna Franceschini – The Stuffed Shirt
Danilo Correale – The Warp and the Weft
PEEP-HOLE
Via Castaldi 32
339 7656292 / 338 5694112
[email protected]
www.peep-hole.org

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.