Irene Kung: la magia dell’immanenza

Nel cuore del ghetto della Capitale, Valentina Bonomo espone una quindicina di opere della pittrice e fotografa svizzera. Architettura e natura ritratte con precisione maniacale diventano immagini solitarie e pensose. Dall’ultima serie dedicata alla Cina al Louvre, attraverso le onde di Capri e maestosi chiaroscuri degli alberi. Fino al 20 novembre.

Irene Kung - Daydream. Nuvole 2 - 2011

Contemplare le fotografie di Irene Kung (Berna, 1958; vive a Milano) è un’esperienza mentale che trascende, attraversandola, quella visuale. Lo studio meticoloso e paziente della luce investe i soggetti delle sue opere, collocandoli in una dimensione metafisica che invita a una riflessione sulla persistenza della natura e delle creazioni dell’umano ingegno e la provvisorietà dell’uomo. Il tempo è una patina cromatica che scava e ricopre la potente monumentalità di architetture-simbolo e la bellezza assoluta della natura, decontestualizzate e scevre da contaminazioni umane, fluttuanti in contesti silenziosi e indefiniti. La qualità pittorica e materica, concretizzata dalla maniacale accuratezza dei dettagli architettonici e dall’opacità dei contrasti, contribuisce alla definizione di emblematici fermi immagine contrapposti, nella loro immobilità, alla frenesia del vivere contemporaneo. Non luoghi sospesi e immateriali, nei quali la corporea presenza delle architetture viene ricoperta, come nel caso di Pagoda, da una natura che cala incombente e intreccia i suoi tentacoli, ribadendo la sua potenza.

Marta Veltri

Roma // fino al 20 novembre 2012
Irene Kung – Daydream
VALENTINA BONOMO GALLERY
Via del Portico d’Ottavia 13
06 6832766
[email protected]
www.galleriabonomo.com

CONDIVIDI
Marta Veltri
Marta Veltri (Cosenza, 1983) si è laureata in architettura a Roma con una tesi sull'allestimento museale delle Terme di Caracalla. Subito dopo ha fatto parte del team che ha dato alla luce UNIRE, progetto vincitore dell'ultimo YAP (Young Architects Programs) MAXXI, sempre a Roma. Ha collaborato con studi d'architettura italiani e stranieri, approfondendo il complesso rapporto tra architettura, design, arte e fotografia. Negli ultimi tempi si è avvicinata al mondo della comunicazione in ambito artistico e culturale. Dal 2012 scrive per Artribune.