Eugenia Vanni la tester. Al “nuovo” Museo Marini

“Sturm und Drang”, personale di Eugenia Vanni, inaugura un nuovo spazio dedicato ai giovani artisti. Che si trova proprio all’interno del Museo Marino Marini di Firenze. La prima prova è allestita fino al primo dicembre.

Eugenia Vanni, 2011, particolare della lavorazione, Made in Filandia

Proprio davanti al bookshop del Museo Marino Marini di Firenze, grazie a dei recenti lavori di restauro, è stata ricavata una sala adibita a piccole esposizioni temporanee visitabili gratuitamente. Si è aperta così il 20 ottobre la prima mostra dal titolo Sturm und Drang di Eugenia Vanni (Siena, 1980; vive a Siena e Milano), curata da Alberto Mugnaini e Alberto Salvadori. Vecchi taglieri da cucina raccolti negli anni sono le matrici per una serie di sei incisioni che ricordano paesaggi dal sapore romantico, tra le quali anche la stampa che ha portato l’artista alla vittoria della sesta edizione del Premio Santa Croce Grafica del Centro Espositivo Villa Pacchiani di Santa Croce sull’Arno. Ad accompagnare la serie si trova in mostra anche Il lavoro è solo rispetto all’artista (Work is only respect to the artist) del 2011, stampa realizzata da una matrice in pietra scolpita durante la residenza Made in Filandia.

Valentina Grandini

Firenze // fino al 1° dicembre 2012
Eugenia Vanni – Sturm und Drang
a cura di Alberto Mugnaini e Alberto Salvadori
MUSEO MARINO MARINI
Piazza San Pancrazio
055 219432
[email protected]
www.museomarinomarini.it

CONDIVIDI
Valentina Grandini
Profilo: Valentina Grandini (Pietrasanta, 1978) è storica dell’arte, curatrice indipendente, art advisor, fotografa e organizzatrice di mostre ed eventi legati all’arte contemporanea. Dal maggio 2011 collabora con Artribune. Dal 2008 svolge l’attività di art advisor collaborando con collezionisti privati alla creazione, all’incremento e alla gestione delle proprie collezioni, seguendo il lavoro di artisti italiani e stranieri, soprattutto delle ultime generazioni. Dal 2005 al 2008 ha lavorato per la Galleria Enrico Fornello di Prato e ha collaborato con istituzioni pubbliche e private creando progetti espositivi. Dal 2007 cura e progetta allestimenti artistici per alberghi, aziende e privati, con fotografie proprie ed opere d’arte contemporanea. Tra gli alberghi si ricordano l’Hilton Garden Inn, l’Hotel Brunelleschi, l’Hotel De La Ville ed il Demidoff Country Resort di Firenze, l’Una Hotel Versilia di Lido di Camaiore ed il Principe di Piemonte di Viareggio.
  • mamma che vecchiume…