Storia d’una palma e della sua navigazione. Mark Požlep a Lubiana

Quando l’artista diventa marinaio, il viaggio diventa opera d’arte. Mark Požlep presenta “Whatever Happened to Major Tom”. Un’avventura di mare con palma, e la partecipazione straordinaria di David Bowie. Fino al 14 ottobre a Lubiana.

Mark Požlep - Whatever Happened to Major Tom - still da video

Nel 2011, con il titolo Close to The Clouds, una palma si presentava al pubblico negli spazi dell’Art Gallery di Maribor. Quest’anno, quella stessa palma è stata trasportata via mare e piantata sull’isola croata di Školjič. Il progetto Whatever Happened to Major Tom ruota intorno a questo viaggio. Per realizzarlo, Mark Požlep (Celje, 1981) ha acquistato una barca a vela di seconda mano in Germania, l’ha portata in Slovenia e ha impiegato tre mesi per ristrutturarla e rimetterla in uso. La mostra alla Galerija 001 presenta tutto il processo in maniera precisa e articolata.
Un video girato in 8 mm, con la sua tipica patina delle immagini, sottolinea con chiarezza l’intento documentativo del video che, come un trailer, mostra le fasi del restauro e il varo della barca. Nella sala espositiva domina un altro video girato in HD. La limpidezza delle immagini e la presentazione cinematografica rinforzano l’intento estetizzante e poetico della narrazione. In questo video, Požlep è alle prese con il viaggio. Il tempo si dilata. La vastità del mare e il silenzio fanno da contrappunto alla fatica del navigare. Il tutto culmina con l’arrivo all’isola, dove la palma è piantata.

Mark Požlep – Whatever Happened to Major Tom – veduta della mostra presso la Galerija 001, Lubiana 2012 – photo Damjan Svarc

Una bacheca conserva strumenti e oggetti personali, consumati nel processo di restauro e durante il viaggio. Come in un vero e proprio archivio, i “frammenti” sono puntualmente catalogati. Su un’altra parete, due stampe fotografiche mostrano la palma prima all’interno dell’Art Gallery e poi sull’isola. Il soggetto delle immagini è lo stesso, il taglio interpretativo pure, ma cambia drammaticamente la situazione, da spazio artificiale ad ambiente naturale. Il pubblico incontra qui i due estremi del progetto. Ancora una volta, Požlep gioca con la trasformazione che è al centro di Whatever Happened to Major Tom. Infine, l’intero progetto è accompagnato da un ben confezionato diario di bordo, strumento essenziale per la comprensione dell’insieme.
Tutti gli elementi esposti si integrano in maniera equilibrata. L’installazione rispecchia questo equilibrio negli spazi della galleria e mantiene pure quell’aspetto romantico che emerge già nell’idea del progetto. Il titolo dell’esposizione prende spunto dal personaggio di Major Tom, figura archetipica creata da David Bowie nell’album Space Oddity. Major Tom è l’astronauta che perde contatto con la terra e rimane deliberatamente nello spazio. Come scrive la curatrice Alenka Trebušak, “la fuga di Požlep in un mondo di esperienze esaltanti, la sua avventura dove l’astronauta è rimpiazzato da un marinaio e l’infinitezza dello spazio dalla vastità del Mare Adriatico, mostrano un desiderio di cambiamento, di trasformazione del mondo e di se stessi”.

Michele Drascek

Lubiana // fino al 14 ottobre 2012
Mark Požlep – Whatever Happened to Major Tom
a cura di Alenka Trebušak
GALERIJA 001
Tobačna ulica 1
+386 (0)1 2411770
[email protected]
www.mgml.si/kulturni-center-tobacna-001/

CONDIVIDI
Michele Drascek
Michele Drascek (Gorizia, 1974) è curatore. Si interessa principalmente di archivi e curatela di materiale d’archivio. Attualmente risiede a Ljubljana, Slovenia, dove presso A.V.A. Academy of Visual Arts, si occupa dell’archivio del collettivo Irwin. Ha collaborato con diverse istituzioni, tra cui XLVIII Biennale di Venezia, Centro d’arte Contemporanea Villa Manin, Cittadellarte Fondazione Pistoletto, Osservatorio sui Balcani e Università di Trieste (Italia), Terminal00 e Kino Šiška Center for Urban Culture (Slovenia), FLACSO Facolta’ Latinoamericana di Scienze Sociali e Espacio Arte Actual (Ecuador), Flat Time House e Chelsea Space (UK).