Dalla terra al cielo con Giovanni Ozzola

Nella cornice di Palazzo Mattei, presso la Società Geografica Italiana di Roma, l’arte di Giovanni Ozzola ripercorre antiche rotte navali. Per risvegliare il senso dell’esplorazione in coloro che non guardano mai il cielo.

Giovanni Ozzola - Senza titolo, senza nord - 2012

La mostra Geografie della mente si integra concettualmente con la geografia in quanto scienza che si occupa dello studio, della descrizione del nostro pianeta sia sotto il profilo morfologico, sia dei fenomeni antropologici, sociali, politici ed economici che la riguardano e che, interagendo tra loro, ne modificano continuamente l’aspetto.
Giovanni Ozzola (Firenze, 1982), in sintonia con il contesto espositivo, coniuga un linguaggio artistico che si articola in tre fasi: il disorientamento, l’esplorazione e l’universo. Disorientarsi per riavvicinarsi a qualcosa di celeste. Il nero del fondo d’ardesia che costituisce la base delle incisioni World exploration e South Pole oscura i luoghi fisici della carta geografica, della terra, della materia e lascia emergere un tracciato che ripercorre le antiche rotte navali di celebri esploratori da Cristoforo Colombo a James Cook.
C’è un senso di ricerca in questa linea dal tratto secco, quasi sterile, che come un flusso di coscienza tenta di ritrovare la sua identità; è l’umanità collettiva che si muove anch’essa nella storia e nel mondo. Nell’ultima tappa di questa molteplicità di viaggi, inversioni di rotta si arriva a una galassia, Magellano Cloud appunto, come l’elemento celeste più astratto. Così le tracce del passato umano vengono a collimare con il nostro presente e oltre i suoi confini spaziali.

Claudia Fiasca

Roma // fino al 30 ottobre 2012
Giovanni Ozzola – Geografie della mente
a cura di Ludovico Pratesi
SOCIETÀ GEOGRAFICA ITALIANA
Via della Navicella 12
06 700827

CONDIVIDI
Claudia Fiasca
Nata nel 1988, vive a Roma. Si laurea nel 2011 in Storia dell’arte con una tesi in Arte Contemporanea e consegue nello stesso anno un master in Estetica e Comunicazione museale. Attualmente sta approfondendo i suoi studi frequentando il corso di laurea magistrale presso l’Università di Roma La Sapienza. Adora i dettagli ed è una silenziosa osservatrice. Le piace stare in treno e ammirare le vicende umane nelle sale d’attesa degli aeroporti. Porta sempre con sé carta e penna, per scrivere d’arte e ricordare piccoli eventi comuni che a volte, lasciano una sensazione immemorabile. Ha iniziato a scrivere poesie dall’età di otto anni. Ora pensa e si adopera per il suo futuro da critica e curatrice.
  • CCH

    Il lavoro delle rotte ( incisioni ) è un plagio totale del mio lavoro ( che conosci bene come conosci il sottoscritto ) è dal 2007 che porto avanti quella ricerca e te ne sei appropriato indebitamente ti sei comportato in maniera scorretta con il sottoscritto ma anche con tutte le persone che ti seguono capisco i tuoi molteplici impegni ma è meglio fare una mostra in meno e creare qualcosa di tuo. Non risolvi i tuoi problemi copiando artisti minori ( per adesso ) non è con il potere che si fà arte non è con la grande galleria che si fà arte ma è con la sofferenza con il bisogno di creare un mondo parallelo che si tenta di fare arte. Non usare le sofferenze altrui e quando vieni a Livorno non chiedere aiuto per recuperare pezzi di barche a persone che vivono l’arte come unica gioia della propria vita. Rispetta le persone. CCH

    • Sara

      Complimenti a CCH per la presa di posizione!

      • Vendemiale

        Posizioni nette e accuse circostanziate: a questo punto inviterei CCH a firmarsi per esteso.

        • Si è già firmato per esteso, CCH è il nome di un artista.

        • Giuseppe Martini

          Nette e circostanziate ???? Boia dé

    • Franco Gori

      Caro CCH Certo che per essere un vero puro potevi chiamare ozzola e parlarne con lui. Così sembra un tentativo per cercare attenzione, che è cosa poco pura.
      Se fosse vero messa così la cosa ti si ritorce contro.
      Cordialmente
      Franco

      • CCH

        Caro Franco non penso di essere un vero puro ( poi dove è scritto che i veri puri parlano con Ozzola ) e non ho bisogno di attenzioni varie ho soltanto difeso la mia ricerca penso che sia umanamente giusto difendere il proprio lavoro.

        Cordialmente

        CCH

    • Andrea

      hai ragione Ozzola è un copione della peggior specie

      • CCH

        Cattelan è uno dei migliori artisti degli ultimi 50 anni.

      • c.p.p.c.

        c.p.p.c. sta per : cagol piantala per cortesia

    • lorenzo

      ma se è una persona che conosci e stimi come artista perchè semplicemente non parlarne a voce con lui?

      • CCH

        Forse era la cosa più giusta
        ma il mio istinto è stato più forte
        quando ho visto le foto dei lavori
        ho scritto

        • lorenzo

          si, credo lo fosse sicuramente anche perchè la difesa del tuo lavoro, in questo modo, passa in secondo piano e sembra che tu voglia solo criticare.
          un’ultima cosa poi smetto: non è un pò assurdo pensare che tu sia l’unico che compie ricerca sulle rotte, sulla strada?
          voglio dire la rotta, il cammino, la via .. e cito “richard long ha uno scopo nella vita: camminare. In genere si cammina per arrivare, per viaggiare, per godere di un panorama o per far ginnastica, mentre Long cammina senza un motivo preciso, senza una meta distinta, solo per vedere l’arte che è nascosta in ogni particolare, per cogliere i sottili rapporti tra l’aria, la terra, le pietre, gli alberi”
          eccone già uno che fa ricerca sulla rotta, per esempio, che diviene mezzo e soggetto dell’opera

          • CCH

            Non ho criticato nessuno ho solo detto che mi è stato copiato totalmente il mio lavoro che parte da De Chirico ( malinconia della partenza ) io sono di base un pittore e conosco abbastanza bene la storia dell’arte ma un conto è prendere spunto da essa e un conto copiare totalmente un lavoro di un contemporaneo.

  • CCH

    Seguirò il blog di Luca Rossi comunque i miei lavori esistano sono in collezioni private di una certa importanza ( c’è anche Ozzola ) e se era un artista che non conoscevo sarei stato zitto perchè conosco i meccanismi del mondo dell’arte ma da una persona che conosci rimani amareggiato. Tutto qui.

    • CCH

      Secondo te.

    • labrador

      ma sta wanna comparsa dalle ceneri di C chi è?

  • Ari

    “Non è facendo vedere la foto del cielo che si spingono le persone a guardare il cielo”
    Stefano sei veramente profondo ho i brividi
    Meglio di Proust
    HR

    • Untoscano

      CCH quest volta l’hai fatta fuori dal vaso, hai il suo numero di telefono, potevi chiamarlo.
      M.C

      • CCH

        Comunque cambiava poco. Il lavoro delle rotte è totalmente copiato esteticamente e concettualmente.

        • Untoscano

          Esteticamente e concettualmente, quindi hai visto le opere dal vivo e ne hai parlato con chi le ha create?
          O assumi di conoscere attraverso una recensione ???

        • CCH

          Ho visto l’opere dal vivo e parlato con persone molto vicine a lui vuoi sapere altro Toscano ? Pensi che scrivo tanto per scrivere oppure per pubblicità pensa cosa vuoi non mi interessa Ho difeso il mio lavoro il resto della polemica la fate voi ( lavori per lui per lui per caso? )

        • Untoscano

          No caro non mi Interessa sapere altro da te, ti rispetto ma non ti scaldare, stavo solamente cercando di capire, il plagio è per me sempre un accusa stupida e pericolosa. Nient’altro.
          Buona fortuna

        • CCH

          Guarda il primo commento
          Non è un commento educato
          Cosa ti aspettavi
          Se volevi aprire un dialogo ci si relaziona in maniera diversa
          Io ho fatto un accusa avrò le mie ragioni se lo fatta

          • CCH

            Ho parlato con Ozzola e abbiamo chiarito tutta la faccenda mi sono scusato con lui per essere stato impulsivo quando bastava una semplice telefonata è stata una bella chiacchierata e apprezzo più di prima l’artista e la persona. Potete fare tutti i commenti che volete ma il mio era solamente una difesa ( sbagliando i modi ) del mio lavoro. CCH

  • CCH

    È un tuo pensiero. Io penso che Ozzola sia uno dei migliori artisti del panorama italiano e non attacco tutta la sua ricerca tanto per attaccare non ho invidie di nessun genere ne suoi confronti ho soltanto difeso il mio lavoro è stato scorretto e basta.

  • pietro c.

    certo che incidere su delle mappe è una cosa che ho visto in un spesso, in più dovresti essere contento..significa che hai fatto qualcosa che rimane in testa, cosa difficilissima. magari copia qualcosa di ozzola (sempre se trovi qualcosa di interessante). poi, se noti, i grandi artisti si copiano l’uno con l’altro.

    • pietro c.

      non volevo dire che siete grandi artisti…anzi

    • ….Si copiano perche’ non sono veri artisti. Copia chi rinuncia alla propria anima.Chi guarda le cose dall’esterno . Chi non sperimenta.Chi non cerca. Chi sceglie la via più facile. Tutti abbiamo dipinto una mela, usando anche le stesse tecniche, gli stessi strumenti, gli stessi colori…L’originalita’ si coglie nella diversita’ dei risultati. Nella capacita’ di comunicare e di far durare la comunicazione. Nel far prevalere l’Arte sull’artigianalita’. Chi copia ammette un grande senso di inferiorita’ e di insicurezza. Ruba i figli degli altri……pragmaticamente evita gestazione e parto ….sceglie cio’ che va di moda…sa che il problema non e’ il furto ma la disponibilita’ di “avvocati” giusti. Cattelan docet !

  • la verità è che ozzola copia cch che copia becheri che copia anselmo e penone. è tutta roba vecchia non importa di chi è, siete tutti noiosi. dopo cattelan non si possono vedere dei lavori così nostalgici e decadenti, state a litigarvi il nulla!
    paola

  • piero

    che lo facciano grandi o piccoli copiare è cosa ignobile

  • mariangelo laterza

    siete dei folli a fossilizzarvi su cattelan, fustigatevi ancora…basta con questo 2001, l’arte non è solo mainstream per fortuna, non c’è solo quello. svegliatevi gente luca rossi è solo su artribune! provate a dire le cose che dice lui in un paese a caso d’europa! vi ridono dietro! e poi chi sono gli artisti che lui salverebbe? martin creed…ma per cortesia…

  • mariangelo laterza

    e poi cch: sei ridicolo se pensi che un lavoro sulle rotte e l’incisione e le mappe lo puoi pensare solo tu…sei pietoso. e credo che questo tuo commentare sia solo un bisogno di attenzione. vergognati.

    • CCH

      Vergognati te Mariangelo

      • Ssss

        CCH un bimbo delle elementari

  • luigi

    CCH, non pensare a questi che ti deridono e ti dicono di vergognarti. sono persone che non hanno ben inteso a situazione. e si sfogano minimizzando il problema. Hai fatto benissimo a denunciare l’accaduto, a difendere il tuo lavoro. Il sistema dell’arte fa schifo, è ridicolo e ingiusto. vorrei vedere come si sentirebbero lor signori se scoprissero che qualcuno si appropria dei loro lavoro. sono loro che devono vergognarsi. insieme a chi copia. sono persone piccole piccole. povere all’inverosimile.

    • Giuseppe Martini

      L’unico problema è che CCH dice di aver subito un plagio, ma questo è banale dirlo può non essere falso. Con tutto il rispetto per CCH che magari si sente derubato conosco il suo nome ma non ho mai visto una singola opera, ne in fiere ne in mostre ne in collezioni.
      Però dico se il lavoro è già stato mostrato in mostre e collezioni che problema c’è??? tutti la penseranno come lui, altrimenti è una sua paranoia.
      Alcuni lavori di kapoor sono identici a quelli di turrell ma è una ricerca totalmente diversa, nessuno pensa ad un plagio.
      lavorare di più, guardare meno gli altri e soprattuto meno internet.

  • Gentile CCH,

    non la conosco, ma le faccio i complimenti per come difende i suoi pensieri e la sua causa.

    BRAVO!!!

  • Luisa B

    Quello che è evidente a tutti è che i commenti su Artribune sono troppo spesso pieni di livore e insulti gratuiti. … siamo letteralmente infestatati da un pulpito di mediocrità e pochezza, un vero peccato.

  • Ha ragione Luisa B,

    l’ho provato anche sulla mia pelle. Che è diventata ancora più spessa……

  • stefano

    MI chiamo Stefano Serusi non ho omonimi e non ho mai inserito commenti su Artribune, chiedo quindi alla Redazione di verificare e rimuovere quanto è stato pubblicato col mio nome da Luca Rossi o chi per lui

  • CCH

    Ho parlato con Ozzola e abbiamo chiarito tutta la faccenda mi sono scusato con lui per essere stato impulsivo quando bastava una semplice telefonata è stata una bella chiacchierata e apprezzo più di prima l’artista e la persona. Potete fare tutti i commenti che volete ma il mio era solamente una difesa ( sbagliando i modi ) del mio lavoro.
    CCH

  • Un

    Ma

  • CCH

    Ho parlato con Ozzola e abbiamo chiarito tutta la faccenda mi sono scusato con lui per essere stato impulsivo quando bastava una semplice telefonata è stata una bella chiacchierata e apprezzo più di prima l’artista e la persona. Potete fare tutti i commenti che volete ma il mio era solamente una difesa ( sbagliando i modi ) del mio lavoro.CCH

  • Gianluca

    Caro CCH, cosa ti ha fatto ricredere dopo aver espresso con energia il tuo disappunto? Coisa ti ha convinto dopo il chiarimento avuto?
    Visto che la cosa è stata così controversa, lo potresati spiegare?

  • Gianluca

    QUALI SONO STATI I MOTIVI CHE TI HANNO INDOTTO A RETROCEDERE? INSOMMA HA COPIATO O NO?