Tempi di contemplazione. A Napoli

Istruzioni per poter osservare, scrutare, considerare, esplorare e comprendere. Cosa? Il nuovo progetto di Benny Dröscher a Napoli, negli spazi della Blindarte contemporanea. Fino al 5 ottobre.

Benny Dröscher - Still Undreamed-of (4) + Charles Eams chair - 2012 - courtesy Blindarte contemporanea, Napoli

Concentrati. Svuota la mente. Respira. Fai una pausa”. Queste le indicazioni proposte da Benny Dröscher (Copenaghen, 1971) per entrare nel suo nuovo percorso espositivo organizzato negli spazi della Blindarte. Con Still Undreamed-of la pittura parla di sé mediante un’operazione concettuale che l’artista adotta per inchiodare lo spettatore a un tempo di lettura dell’opera che richiede pause distensive, intervalli necessari ad aprire la mente e ad ammirare spericolate prospettive aeree, panorami in cui è possibile percepire la delicatezza di nuvole, alberi dal fusto orientale, fiori e forme fluttuanti in uno spazio senza ordine né regola. Uno spazio non ancora pensato e non ancora sognatoUndreamed-of, appunto – attraverso il quale esporre un metodo terapeutico che nega la rapidità del mondo contemporaneo e propone un modello di vita più sano e umano.

Antonello Tolve

Napoli // fino al 5 ottobre 2012
Benny Dröscher – Still undreamed-of
BLINDARTE CONTEMPORANEA
Via Caio Duilio 4d/10
081 2395261
[email protected]
www.blindarte.com

 

CONDIVIDI
Antonello Tolve
Antonello Tolve (Melfi 1977) è teorico e critico d’arte. Dottore di ricerca presso l’Università di Salerno, insegna Pedagogia e Didattica dell'Arte e Antropologia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Studioso delle esperienze artistiche e delle teorie critiche del Secondo Novecento, con particolare attenzione al rapporto che intercorre tra arte, critica d’arte e nuove tecnologie. Pubblicista, collabora regolarmente con diverse testate del settore. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all'estero e vari cataloghi di artisti. Collabora, a Salerno, con la Fondazione Filiberto Menna e dirige con Stefania Zuliani, per l’editore Plectica, la collana Il presente dell’arte. Tra i suoi libri Giardini d’utopia. Aspetti della teatralizzazione nell’arte del Novecento (2008), Gillo Dorfles. Arte e critica d'arte nel secondo Novecento (2011), Giuseppe Stampone. Estetica Neodimensionale / Neodimensional Aesthetics (2011), Bianco-Valente. Geografia delle Emozioni / Geography of Emotions (2011).