L’esigenza di un tavolo comune

Esperimenti di collaborazione. A Palermo lavorano insieme ben sei artisti. Che, non contenti della eventuale complicazione, hanno coinvolto altri quattro operatori. Il tutto da Zelle, fino all’11 agosto.

Convivium - inaugurazione della mostra presso Zelle, Palermo 2012

Il progetto d’arte relazionale Convivium, a cura di Valentina Lucia Barbagallo per Balloon – Contemporary Art and Publishing, ha coinvolto sei giovani artisti. Francesco Balsamo, Fabrizio Cosenza, Luigi Massari, Giuseppe Mendolia Calella, Carmelo Nicotra ed Enrico Piras hanno messo al centro del confronto un “frammento” del proprio lavoro da esporre insieme su un tavolo comune, in modo da costruire un’unica visione.
Un’opera apparentemente omogenea creata attraverso la collaborazione tra artisti che, però, hanno rimarcato l’individualità del proprio operato con un’interazione trasversale che ha coinvolto curatori e altri artisti (Gianluca Lombardo, Maria Giovanna Virga, Giangavino Pazzola e Rocco Giudice) chiamati a scrivere delle riflessioni per ogni frammento esposto. In mostra sono presenti le porzioni delle opere accompagnate da una pubblicazione che raccoglie i testi nati dal confronto.

Salvatore Davì

Palermo // fino all’11 agosto 2012
Convivium
a cura di Valentina  Lucia Barbagallo
ZELLE ARTE CONTEMPORANEA
Via Fastuca 2
339 3691961
www.zelle.it
www.b-a-l-l-o-o-n.it

CONDIVIDI
Salvatore Davi
Salvatore Davì ha conseguito la Laurea in Scienza e Tecnologie dell’Arte nel 2009 presso l’Università degli Studi di Palermo, nel 2011 frequenta il Master in Curatore Museale presso lo IED di Roma conseguendo il diploma con un progetto che approfondisce il rapporto tra burocrazia, amministrazione pubblica, archivi e arte contemporanea. Egli ha incentrato le sue ricerche su artisti come Vettor Pisani, Gino De Dominicis e in ambito teatrale su figure come Carmelo Bene e la Compagnia Teatrale Krypton; Nel 2011 ha co-curato la mostra della quarta edizione del premio per giovani artisti “Talent Prize”, indetto dalla Guido Talarico Editore di Roma; nel 2012 ha curato la mostra personale di Francesco Costantino presso Zelle Arte Contemporanea di Palermo.