Studenti citazionisti

Nella fase attuale d’instabilità dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, dovuta a ragioni strutturali e organizzative, la Consulta degli studenti decide d’investire una parte consistente del proprio budget annuale, non certo cospicuo, per un progetto autogestito. Un laboratorio visitabile fino al 5 luglio.

Jonida Xherri

News from Nowhere, in riferimento al romanzo di fine ottocento di William Morris – un testo fra utopia e socialismo, ispirato dagli effetti imprevedibili della rivoluzione industriale –, è stato impostato da Pietro Gaglianò come un laboratorio per indagare il rapporto tra artista e società, ovvero la possibilità di nuovi comportamenti individuali e collettivi derivabili dall’atto creativo. Le risposte dei 14 artisti-studenti coinvolti riguardano logiche e modalità diverse: dalla proposta di baratto di Daniela Pitré al riferimento concettuale alla Critica della ragion pura di Kant da parte di Gaia Cristoforo, dalla pittura di denuncia di Matteo D’Alessandro, celata sotto i loghi rassicuranti delle multinazionali, alla visione intima di frammenti quotidiani nel video di Irene Lupi.
Tra risultati più o meno convincenti – bisogna ammettere che il citazionismo è presente in modo forte, sebbene l’occasione si prestasse a ogni sperimentazione – il progetto esprime comunque la spontaneità e lo sforzo della sua origine.

Matteo Innocenti

Firenze // fino al 5 luglio 2012
News from Nowhere
a cura di Pietro Gaglianò
SRISA PROJECT SPACE
Via Santa Reparata 22r
055 4627374
[email protected]
www.santareparata.org/gallery

CONDIVIDI
Matteo Innocenti
In linea agli studi universitari in Storia dell'Arte inizia un percorso come critico e curatore. Collabora a vari progetti editoriali, in modo particolare prima ad Exibart e poi ad Artribune. E' direttore artistico di TUM, collettivo di artisti e di altre professionalità legate al mondo dell'arte, finalizzato alla ricerca e alla sperimentazione espressiva. Lavora inoltre come autore e regista per una società di video produzione fiorentina.