Rotondi. Un artista, una via

Come si trasforma l’aspetto gentile di un salotto in una allure punk? L’ingrediente principale è Michael Rotondi. Il salotto è Area b, a Milano, e se ne cura Ivan Quaroni. Un viaggio nel vissuto attraverso il segno.

Michael Rotondi - Che teste a PC - 2011

I Via Berlusconi dal mondo che girano per Internet hanno della goliardia, ma niente a che fare con il titolo della mostra, Via Rotondi, che allude a una via davvero esistente a Mola di Bari, paese dei genitori di Michael Rotondi (Bari, 1977; vive a Milano). Una mostra che riunisce le sperimentazioni dell’artista (e musicista punk) e ne ricorda le origini tramite il poliedrico operato.
Il comunicato stampa e il catalogo assumono la forma di pieghevoli, ma non rendono l’idea della varietà dei supporti usati: tela, politene, carta, testiere di letto. Il primo elemento che contraddistingue Rotondi è la velocità di esecuzione: il segno sperpera ovunque. Ogni supporto è utile a prendere un appunto/opera, adatto al momento specifico forse solo perché presente. Evocativi i contenuti, fotografiche le inquadrature.

Lucia Grassiccia

Milano // fino al 31 luglio 2012
Michael Rotondi – Via Rotondi
a cura di Ivan Quaroni
AREA B
Via Cesare Balbo 3
02 58316316
[email protected]
www.areab.org

CONDIVIDI
Lucia Grassiccia
Lucia Grassiccia è nata a Modica (RG) nel 1986. Dopo una formazione tecnico-linguistica ha studiato presso l’Accademia di belle arti di Catania, dove ha contribuito a fondare e dirigere un webzine sperimentale (www.hzine.it) gestito da un gruppo di allievi dell’accademia. Per hzine ha svolto principalmente attività di giornalista, titolista, editing. Dal 2008 scrive saltuariamente per il quotidiano web locale Nuovascicli Ondaiblea, soprattutto recensioni su libri e mostre. Nel 2010 inizia la collaborazione con Exibart che a breve si sospende e prosegue con la redazione di Artribune. Cura saltuariamente i testi critici per alcune associazioni e gallerie (vedi The White Gallery, Milano). Nel 2013 pubblica il romanzo ebook Elevator (Prospero Editore) e inizia a collaborare occasionalmente con la rivista Look Lateral. Nello stesso anno completa gli studi in arteterapia clinica presso la scuola Lyceum Vitt3. Attualmente vive a Milano.