Ereditiere e graffitari. In appartamenti chic di Brescia

Una doppia personale, negli appartamenti antichi di A Palazzo Gallery, mette in rilievo innesti ed esperimenti di un grande laboratorio, dall’atmosfera alchemica. E gli spazi fanno emergere due anime: l’una empirica e l’altra leziosa. A Brescia, fino al 15 settembre.

The Reader - (Mr. Boans) A date you won’t miss - 2012

Elias Hansen (Indianola, 1979; vive a New York) & The Reader con Ain’t quite right e Alan Reid (Fort Worth, 1976; vive a New York) con The Chameleon conferiscono ad A Palazzo Gallery due diverse espressioni. Rendendo l’intero spazio un unico volto con due sorrisi. Le due personali si compenetrano senza dar luogo a grossi contrasti, ma emettendo continui segnali di una doppia presenza.
Mentre gli alambicchi alchemici di Hansen corrispondono gli uni gli altri con apparente cadenza scientifica, il suo amico-pupillo (lo street artist di Seattle The Reader) inonda le pareti retrostanti di suggerimenti segnaletici e tautologici: leggete (perché state leggendo). Tra la grafica a parete, i bicchieri in vetro soffiato a mano, tubi di plastica, lampadine CFC, acciaio saldato e legno appena spezzettato fanno capolino le tele di Alan Reid. Ritratti di ereditiere evanescenti e paesaggi geometrici astratti spostano le atmosfere antiche della galleria ad altezza occhio, tra sguardi aquilini e velature color écru.

Ginevra Bria

Brescia // fino al 15 settembre 2012
Elias Hansen & The Reader – Ain’t quite right
Alan Reid – The Chameleon
A PALAZZO GALLERY
Piazza Tebaldo Brusato 35
030 3758554
[email protected]
www.apalazzo.net

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.
  • danielecastello

    boh.

  • A VOI DI DISING CON CASA BEN ARREDATA E SPRY LEGALI CHIEDO….CI SONO IN GIRO UNA SERIE DI DISCIPLINARI AMBIENTALISTICHE CHE RICHIEDONO LA VOSTRA ATTENZIONE..COME QUELLA SULL’ACQUA.
    C’è CHI DICE CHE NELLE CASE DOVREMMO AVERE L’ACQUA POTABILE… E FINO A QUì CI SIAMO,°-.-°,MA SE NEI COMUNI LE FONTI RESTANO APERTE E LA POTABILE VIENE SPRECATA PERCHè NON INIZIARE DA Lì…NON LI SOPPORTO PIù …E PER ME UNA VISITA DI TESTYNG BASE DI DISSOCIAZIONE PSICOLOGICA NON GLI FAREBBE MALE….

    UED TYP TAP.