Favole romane…

… e speriamo che non resti solo un’unica favola. Apertura e intelligenza imprenditoriale si incontrano con innovazione e progettualità artistica nell’installazione Fabulae Romanae di Lucy + Jorge Orta. Al MAXXI fino al 23 settembre, nell’ambito del progetto ZegnArt.

Lucy + Jorge Orta - Fabulae Romanae - Maxxi, Roma 2012 - photo Cecilia Fiorenza

Arte e impresa possono dialogare in modo concreto e orientato verso sostenibilità e sviluppo? Secondo il Museo delle Arti del XXI secolo, sì. Realtà museale che opera nello spirito dei tempi e che ha compreso che, se l’arte s’industria e si apre al mondo, i risultati possono essere ancor più duraturi e proficui. Per il MAXXI risulta fondamentale, in un periodo critico come quello attuale, attrarre aziende private in modo da condividere e creare progetti innovativi volti alla crescita dell’arte contemporanea e del territorio. Solo in questo modo è possibile superare il tradizionale e obsoleto concetto di sponsorizzazione e mecenatismo e viaggiare verso una vera e propria partnership intelligente.

Lucy + Jorge Orta - Fabulae Romanae - Maxxi, Roma 2012 - photo Cecilia Fiorenza

Il connubio tra arte e impresa si è concretizzato nel coinvolgimento dell’azienda Zegna all’interno del ciclo della mostra Tridimensionale, che intende indagare relazioni e interrelazioni tra spazio, opera e oggetto. Tra le opere di Tridimensionale è presente appunto l’installazione Fabulae Romanae realizzata dal duo Lucy + Jorge Orta (Sutton Coldfield, 1966; Rosario, 1953. Vivono a Parigi) con il contributo di Ermenegildo Zegna e del brand ZegnArt.
Ed è proprio con Fabuale Romanae che Lucy + Jorge Orta inaugurano il ciclo di Special Projects di ZegnArt. Gli artisti, che lavorano insieme dal 1991, quando fondarono lo Studio Orta, si dedicano a ricerche fortemente collegate con le tematiche contemporanee: dal concetto di comunità a quello di memoria, dallo sviluppo all’ecologia, passando per il riciclo e l’ambiente.

Lucy + Jorge Orta - Fabulae Romanae - Maxxi, Roma 2012 - photo Cecilia Fiorenza

Fabuale Romanae è per l’appunto un’opera che indaga la memoria, la storia, la città attraverso un’installazione, alcuni disegni che, come uno storyboard, riproducono il lavoro di ricerca effettuato, e un video girato all’interno di antichi scavi labirintici ed enigmatici. Un lavoro dedicato a Roma, nella storia e nel presente, e che traccia una mappa fantastica del suo tessuto urbano, vivacizzato dalle incursioni delle creazioni e degli abiti del duo artistico.
L’opera, che sarà donata al MAXXI, entrerà nella collezione permanente del museo. E speriamo serva da esempio virtuoso e all’avanguardia dell’interazione tra impresa e arte contemporanea, per una reale possibilità di sviluppo, crescita e condivisione.

Chiara Natali

Roma // fino al 23 settembre 2012
Lucy + Jorge Orta – Fabulae Romanae
MAXXI
Via Guido Reni 4a
06 39967350
[email protected]
www.fondazionemaxxi.it

CONDIVIDI
Chiara Natali
Chiara Natali (Milano 1982), vive e lavora tra Teramo e Roma. Dopo essersi laureata in Scienze della comunicazione e in Storia dell’arte contemporanea a Bologna, si è dedicata all’approfondimento degli aspetti manageriali e progettuali in ambito culturale. Membro della direzione artistica di BMidea (Teramo), realtà che si occupa dell’organizzazione di manifestazioni artistiche e musicali, è co-responsabile organizzativa del progetto di street art e writing urbano Teramo Urban Museum e collabora da quasi un anno con il dipartimento di arte contemporanea della GNAM (Roma).