Tutto su Nino Mustica. A Milano

Dalla pittura alla scultura all’opera video, attraverso il design e l’architettura. In nome di un pensiero forte: il risanamento dell’atavico conflitto natura vs cultura. Succede da Bianca Maria Rizzi e Matthias Ritter a Milano, fino al 2 giugno.

Nino Mustica - Giovedì 19 gennaio 2012 - 2012 - courtesy Galleria Bianca Maria Rizzi e Matthias Ritter, Milano

C’è tutto Nino Mustica (Catania, 1949; vive a Milano) in questa mostra. Opere inedite, che spaziano dalla bidimensionalità delle tele alle forme pittoriche tridimensionali delle sculture, passando attraverso l’opera video con scorribande nei territori del design e dell’architettura.
Due punti fermi: l’insostenibile levità della diade astratto/figurativo (che per Nino Mustica non ha alcuna ragion d’essere, si vedano le derive tridimensionali dalle forme pittoriche alle sculture) e la coesistenza di natura e cultura, tematizzata in progetti ideali dove la natura prende possesso dei propri spazi, armonizzandosi con quelli umani. “Dalla tela ai video animati dei rendering in un passaggio che chiarisce l’intento di Mustica”, afferma Fortunato D’Amico, curatore della mostra: “Trasportare l’imprinting iniziale della pittura e ingegnarsi fino a quando diventa figuratività abitabile”.

Emanuele Beluffi

Milano // fino al 2 giugno 2012
Nino Mustica – Sparkle
a cura di Fortunato D’Amico
GALLERIA BIANCA MARIA RIZZI & MATTHIAS RITTER
Via Tertulliano 70
02 58314940
[email protected]
www.galleriabiancamariarizzi.com

  • galerie

    Il peggio del peggio!