Tra realtà e alterazione

Paesaggi “evoluti” nel solco dell’impronta dell’uomo: Walter Niedermayr torna sul delicato tema della convivenza tra natura e artificio, in una mostra che ne presenta i lenti ma inesorabili cambiamenti. Fino al 19 maggio, alla Galleria Suzy Shammah di Milano.

Walter Niedermayr - Schnalstalgletscher 56 - 2011

Walter Niedermayr (Bolzano, 1952) è sempre stato sensibile al tema del paesaggio in rapporto all’architettura. Anche nella sua terza personale da Suzy Shammah questa riflessione rappresenta il punto di partenza per un’analisi che si sviluppa tramite fotografia (strumento prediletto da Niedermayr), ma anche video e wallpaper, linguaggi esplorati per la prima volta dall’artista in questa occasione. Il biancore quasi assoluto dei paesaggi alpini innevati viene interrotto dalla presenza dell’uomo e di strutture artificiali più o meno discrete, ma comunque invasive. Dinamiche legate principalmente al turismo hanno favorito un modo di vivere la natura a misura d’uomo, provocando cambiamenti capaci di alterare la realtà di questi luoghi, costretti così a ridefinire una loro nuova funzione e immagine.

Serena Vanzaghi

Milano // fino al 19 maggio 2012
Walter Niedermayr
Galleria Suzy Shammah
Via San Fermo / Via Moscova 25
02 29061697
[email protected]
www.suzyshammah.com  

CONDIVIDI
Serena Vanzaghi
Serena Vanzaghi (Milano, 1984) è laureata in Storia dell'arte con una specializzazione incentrata sulla promozione e l'organizzazione per l'arte contemporanea. Dal 2011 si occupa di comunicazione e progettazione in ambito culturale ed editoriale.