L’infornata di nuove leve per Alexander Levy

Approdata a Berlino a gennaio, la galleria Alexander Levy non bada ai fronzoli. E con il titolo asettico di “Group Show” spiattella una manciata di artisti freschi freschi. In mostra fino al 12 maggio.

Max Schaffer interviene sulle finestre della galleria Alexander Levy, Berlino 2012

Con i suoi 31 anni è tra i veterani del gruppo: Felix Kiessling guida la collettiva con cui Alexander Levy getta nella mischia una curiosa miscellanea di under. Scelta coraggiosa per la costola berlinese della celebre galleria di Amburgo, refreshata negli spazi e nel nome dallo scorso mese di gennaio. Echi rinascimentali per le installazioni di Kiessling, con i suoi poliedri che forzano la prospettiva e il senso classico della misura; ammalianti gli enigmatici cianotipi di Eva Vuillemin.

Tra le composizioni di Marius Glauer e gli interventi site specific di Ari Sariannidis e Max Schaffer spunta l’opera interattiva di Ekaterina Burlyga: rimanda ad Alfredo Jaar il petrolio che zampilla, sollecitato da onde sonore, nella costruzione di una fontana drammatica.

Francesco Sala

Berlino // fino al 12 maggio 2012
Groupshow
Ekaterina Burlyga, marius Glauer, Felix Kiessling, Ari Sariannidis, Max Schaffer, Eva Vuillemin
ALEXANDER LEVY
Rudy Dutschke Straße 26
+49 (0)30 25292221
[email protected]
www.alexanderlevy.net

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.