Sotto un cielo privato

Fino al 27 aprile, la pittura la fa da padrona negli spazi romani di The Office. A dirigere il concerto, una natura brutale e… vulcanica. Per una serie che Luca Padroni maneggia con cura.

Sembra proprio che la pittura stia vivendo un nuovo corso, per lo meno nelle gallerie e nelle grandi sedi espositive romane: The Office non fa eccezione. Nata come un’iniziativa personale legata all’agenzia di produzione cinematografica Orisa Produzioni, con cui condivide gli spazi claustrofobicamente labirintici, espone il nuovo ciclo pittorico di Luca Padroni (Roma, 1973), da sempre impegnato nelle sperimentazioni legate al mezzo.
Qui dispiega sulle pareti delle varie sale le ultime tele del ciclo sui Crateri, materiche forme primordiali che fanno da contrappunto alle convergenze astrali del titolo, poetiche scie celesti e scoppi di colore, i quali si fanno veicolo di emozioni che si intuiscono intime e private. Non nuova la scelta dei temi, legati a una natura soverchiante l’uomo, nuovo invece il modo di considerare la pittura come mezzo bastante a esternare un intero universo creativo, una voce fuori dal coro in questo XXI secolo povero di pittori tout court.

Chiara Ciolfi


Roma // fino al 27 aprile 2012
Luca Padroni – Favorevoli convergenze astrali
a cura di Giorgia Fileni
THE OFFICE CONTEMPORARY ART
Via Ostilia 31
06 39750964
[email protected]
www.theofficeart.it

CONDIVIDI
Chiara Ciolfi
Chiara Ciolfi (Roma, 1987) è laureanda in Storia dell’Arte presso l’Università di Roma La Sapienza. Si interessa di arte contemporanea in tutte le sue forme, con un accento particolare sull’editoria e le riviste di settore. Ha collaborato con Exibart dal 2008 al 2011 fino all’avvento dell’ “era Artribune”. Attualmente sta costruendo il suo percorso tra stage e collaborazioni con fondazioni orientate alla ricerca (Nomas Foundation) e gallerie collaudate (Gagosian Gallery), con il sogno di farne un lavoro vero.
  • guido

    Belli. Sembrano quelli di Matteo Montani, però più brutti…