La passione di Vezio. Secondo Vedovamazzei

Il collezionista e il suo spazio. E gli artisti prediletti. Si costruisce così la personale di Vedovamazzei a Torino, da Velan. E fino al 5 maggio si assiste alla pubblicità del privato. Almeno per quattro quinti dei lavori esposti.

Vedovamazzei - 14 marzo 2012 - veduta della mostra presso Velan, Torino 2012

Collezionare opere d’arte è una passione talora privatissima. Mostrare ad altri la propria raccolta è un atto delicato. Il collezionista ha dei pudori, certo, ma questo suo mettere assieme implica un gusto famelico, una strana voracità, legata a doppio filo alla costruzione intima di una storia. Nel caso di 14 marzo 2012, personale di Vedovamazzei (Stella Scala, Frattaminore, 1964; Simeone Crispino, Napoli, 1962. Vivono a Milano), è la seconda volta che con opere provenienti dalla collezione Vezio Tomasinelli si realizza – nello spazio di Velan – un appuntamento con artisti italiani di livello internazionale. Dalle cinque opere esposte (quattro provenienti dalla collezione, più l’inedito Putin) affiorano molteplici livelli d’interesse. Da un lato, emergono tanto le raffinate tangenze semantiche quanto l’evoluzione della ricerca artistica di Vedovamazzei. Dall’altro, la continuità di gusto, la fedeltà di Tomasinelli rispetto al lavoro degli artisti rende percepibile una sottotraccia dell’ego del collezionista stesso. Esistono compulsive accumulazioni oppure ponderate veggenze. Esistono.

Giangavino Pazzola

Torino // fino al 5 maggio 2012
Vedovamazzei – 14 marzo 2012
a cura di Francesca Referza
VELAN
Via Saluzzo 64
011 280406
[email protected]
www.velancenter.com

CONDIVIDI
Giangavino Pazzola
Laureato in Lettere e Comunicazione all'Università di Sassari. Attualmente vivo a Torino, dove studio Comunicazione Pubblica e Politica. Curatore indipendente e blogger, nel 2011 ho vinto il Premio MANizos, per giovani curatori d'arte in Sardegna (Museo MAN/AMACI). Dal 2009 collaboro con il Progetto Cyou - Festival dell'Arte Contemporanea, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco e dal 2010 con Tiscali Cultura e Poxart.
  • Vedovamazzei even their innocent victims of the Italian system. Too bad. Always able to remix an accident and not so pretentious.

  • ndt
  • just as we trust google for searches must trust google for translations. Then one knows Italy is esterofila. So the translation of google provides the right degree of approximated to describe the current situation of Italy and Italian art system. :-)

    • Angelov

      SPOILT CHILD : bambino viziato
      SPOILT CHILDREN : bambini viziati
      al plurale non si aggiungere la S (esse), ma REN: fa eccezione.

  • Vedovamazzei แม้เหยื่อผู้บริสุทธิ์ของระบบอิตาเลียน ที่ไม่ดีมากเกินไป เสมอสามารถเรียบเรียงอุบัติเหตุและไม่ได้อวดเก่งดังนั้น

    เหมือนกับที่เราไว้วางใจสำหรับการค้นหาของ Google ต้องเชื่อถือได้ google สำหรับการแปล แล้วใครรู้ว่าเป็นอิตาลี esterofila ดังนั้นการแปลของ Google ให้การศึกษาระดับปริญญาทางด้านขวาของห้วงเพื่ออธิบายสถานการณ์ปัจจุบันของประเทศอิตาลีและระบบงานศิลปะอิตาเลียน :-)

    • paraponziponzipò

      bravo Gerini: più geniale di così! ….Hai superato anche gli artisti. Condivido le tue profonde osservazioni.
      Grazie

  • marcella

    Vedovamazzei sono BRAVI

  • is wrong what is in their neighborhood.

    We continue to cherish our artists as well as an Italian mother stepmother, “you’re good, but do not leave home…my son…..”

    • 자신의 동네에서 무슨 잘못입니다.

      우리는 작가뿐만 아니라 이탈리아 어머니 새엄마를 소중히 계속 “대단하시지만 집을 떠나 지마 … 내 아들은 …..”

  • monica

    luciano gerini, angelov, whitehouse….più o meno senza di loro Artribune sarebbe una testata chiusa.
    BRAVI!

    • claudia gerini

      certocerto monica gerini hai ragione, quando passi a trovarmi che ci beviamo un the? sei la mia cugina preferita smack

    • SAVINO MARSEGLIA (Critico d’Arte Sui Generis)

      I testimoni più antichi della dottrina della ripartizione dell’arte mista…

  • ראשנים מוניקה יש סיבה מסוימת, כשאתה בא לראות אותנו לשתות כוס
    תה? אתה בן דודו האהוב עלי הרואין

  • max

    ecco vedovamazzei provoca questo….siete geniali veramente