Sotto il tappeto, l’utopia

Tutta concentrata al piano terra l’attenzione dell’affollato opening dei coniugi Kabakov. Occhi puntati sull’immenso “tappeto” dal moto sinuoso, silente, nascosto. La soglia di un mistero che non si svela nei piani a seguire. A Milano, da Lia Rumma, fino al 3 marzo.

Ilya & Emilia Kabakov - Someone is crawling under the carpet - inaugurazione della mostra presso la Galleria Lia Rumma, Milano 2012

Someone is crawling under the carpet è il titolo della grande installazione che apre il percorso espositivo di Ilya (Dnepropetrovsk, 1933) ed Emilia Kabakov (Dnepropetrovsk, 1945) nella galleria milanese di Lia Rumma. Ed è come l’inizio di una fiaba, densa di simboli e misteri da decifrare. Il nascosto è il tema dominante. Perfettamente eludibile al secondo piano tra i meandri di Evening (parte del poderoso Morning, Evening, Night). Nascosta la trasparenza delle cose. Accessibili solo dettagli, solo accenni. Nascosti i profili di un tutto che va oltre. E in tal senso la struttura dello spazio, sfruttato perfettamente da un allestimento che declina i lavori sui tre livelli, enfatizza l’attesa. Un approdo, soglia dopo soglia, come i “passi”, colti ai limiti del quadro, delle grandi tele della serie In the studio of Totti Kvirini, al primo piano. Tutto è in fase sfuggente, come quel “qualcosa che striscia sotto il tappeto”. In pieno stile Kabakov, la mostra – tra sculture, installazioni, disegni, dipinti – è nell’insieme guidata da un unico filo narrante. E l’altro nascosto non è altro che la percezione dell’utopia. L’idea che tutto possa accadere.

Caterina Misuraca

Milano // fino al 3 marzo 2012
Ilya & Emilia Kabakov
LIA RUMMA
Via Stilicone 19
02 29000101
[email protected]
www.liarumma.it


CONDIVIDI
Caterina Misuraca
Caterina Misuraca nata a Lamezia Terme nel 1976. Vive e lavora a Milano. Laurea all’Università di Bologna in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Giornalista di cronaca, politica, costume e società. Curatrice mostre d’arte sociale (tra queste: OggettInstabili - Moti Urbani StazionImpossibili). Contitolare Agenzia di Comunicazione Misuraca&Sammarro. Organizza eventi di critical fashion ed ecodesign (tra questi: Natura Donna Impresa Verso Expò 2015 - IOricicloTUricicli). Dal 2008 collaboratrice di Exibart, da marzo 2011 passa ad Artribune.