In & Out, pittura italiana Anni Novanta

Da Cannaviello, una collettiva di nove artisti mette in scena un tentativo di storicizzazione di una delle tendenze della pittura italiana degli anni ‘90. A Milano, fino al 28 febbraio 2012

Anni '90 - veduta della mostra presso lo Studio d'Arte Cannaviello, Milano 2012

Tangentopoli, l’arresto della crescita economica, gli omicidi di Falcone e Borsellino, gli effetti collaterali di Canale 5, l’ascesa di Cattelan. Nell’era del trionfo mediale e tecnologico dell’immagine non è facile fare pittura; ciò nonostante si sviluppa negli Anni Novanta una tendenza che accomuna l’utilizzo del mezzo pittorico e la ricerca di un ritorno al reale, dalle tinte fosche. Ci troviamo di fronte a una disarticolazione della realtà descrittiva e narrativa, a una pittura ipertestuale che si nutre del repertorio iconografico di internet, delle immagini fotografiche e cinematografiche. L’in e out of focus di Daniele Galliano crea una distanza critica tra soggetto e immagine; Federico Pietrella dipinge con il timbro della data e del giorno in cui lavora, contro l’implacabile scorrere del tempo… Neoiconici o aniconici? Non c’è contraddizione, la pittura ha la capacità di sondare il visibile come l’invisibile, esprimendo con lucida intenzione il proprio tempo.

Deianira Amico

Milano // fino al 28 febbraio 2012
Anni ’90
STUDIO D’ARTE CANNAVIELLO
Via Stoppani 15
02 87213215
[email protected]
www.cannaviello.net


CONDIVIDI
Deianira Amico
Deianira Amico (Milano, 1987), storico dell'arte, si è laureata all'Università degli Studi di Milano. E' membro del comitato scientifico dell'Associazione Amici di Piero Gauli di cui segue la curatela di diverse iniziative; lavora nel settore della gestione delle gallerie d'arte contemporanea e l'organizzazione di eventi. Scrive per Artribune, Espoarte Magazine, Inside Art.
  • Buongiorno, come mai avete fatto la scelta di non pubblicare l’elenco degli artisti esposti? Grazie
    Cordialmente
    Adriano Cvaerzasio

  • mario

    Che allegria!

  • criticus

    ottima recensione, grazie della segnalazione della mostra che andrò a vedere e complimenti!