Tracce d’Africa

Una liturgia visiva da esplorare senza fretta. Un viaggio riflessivo tra evocazioni simboliche e slanci contemporanei. “Wait and See” è il titolo della personale di Omar Ba da 1000 Eventi. Fino al 20 gennaio a Milano.

Omar Ba - After a long wait N7 - 2011 - olio, matita, inchiostro a china su carta

Una sollecitazione alla riflessione. All’osservazione attenta. Wait and See di Omar Ba (Touba Beycouck, 1977; vive a Ginevra) è un invito per ogni visitatore a scardinare stereotipi ricorrenti. Un pensiero che Ba affronta con tale linguaggio universale da azzerare le distanze tra cultura occidentale e africana. Il percorso espositivo si compone di opere in grandi dimensioni cariche di segni e visionarie intuizioni: danze che sfidano le tenebre, occhi che penetrano i pensieri, gesti di fatiche e ritardi. Tratti di passati remoti, dettagli urlati e celati tra immense figure. Bianchi e neri a contrasto come tonalità di un racconto fatto di attrazioni e repulsioni, violazioni e negazioni. E a fare da leitmotiv una serie di elementi ricorrenti: piloni dell’elettricità, torri di trivellazione, aerei e automobili e ancora savane selvagge e mitiche divinità. Tra scomposizioni e ricomposizioni. Come un ritmo ancestrale.

Caterina Misuraca

Milano // fino al 20 gennaio 2012
Omar Ba – Wait and See
GALLERIA 1000EVENTI
Via Porro Lambertenghi 3
02 66823916
info@1000eventigallery.it

www.1000eventigallery.it


CONDIVIDI
Caterina Misuraca
Caterina Misuraca nata a Lamezia Terme nel 1976. Vive e lavora a Milano. Laurea all’Università di Bologna in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Giornalista di cronaca, politica, costume e società. Curatrice mostre d’arte sociale (tra queste: OggettInstabili - Moti Urbani StazionImpossibili). Contitolare Agenzia di Comunicazione Misuraca&Sammarro. Organizza eventi di critical fashion ed ecodesign (tra questi: Natura Donna Impresa Verso Expò 2015 - IOricicloTUricicli). Dal 2008 collaboratrice di Exibart, da marzo 2011 passa ad Artribune.