Il vento della memoria spira da est

È un vento concettuale quello che accomuna i lavori di tre artisti provenienti dall’Europa centro-orientale. A metà tra archivio iconografico e leggenda ancestrale. Opere sospese tra film, fotografia, animazione e installazione. Succede da Federica Schiavo a Roma, fino al 28 gennaio.

Agnieszka Polska - How The Work Is Done - 2011

Non c’è relazione tra loro. Né le giovanissime Polska e Neelova, né il giovane Mikyta si erano mai ritrovati assieme in un progetto. Ciascuno dei tre artisti segue il vento della propria individuale ricerca sulla rielaborazione della memoria collettiva. Un processo che si dipana fino a giungere a conclusioni lontane tra loro nella forma espressiva eppure accomunate nel riscoprire l’archivio come anamnesi di un popolo.

Se Agnieszka Polska (Lublin, 1985; vive a Cracovia) nella videoanimazione How the work is done rielabora il ricordo di un evento  storico, con un analogo processo di rimaneggiamento Nika Neelova (Mosca, 1987; vive a Londra) opera nelle sue installazioni sulla stratificazione della leggenda, mentre Svätopluk Mikyta (Cadca, 1973; vive a Bratislava e Praga) presenta un raffinato make-up della cultura slovacca del XX secolo.

Alessandro Iazeolla

Roma // fino al 28 gennaio 2012
Reworking Memories
FEDERICA SCHIAVO GALLERY
Piazza Montevecchio 16
06 45432028
[email protected]
www.federicaschiavo.com


CONDIVIDI
Alessandro Iazeolla
Alessandro Iazeolla (Roma, 1960), Architetto iscritto all’Ordine professionale dal 1988. Ha conseguito i diplomi di maturità classica e di maturità artistica. Attualmente è quadro direttivo di una società a controllo pubblico. Ha operato dagli Anni Ottanta nel campo della ricerca storico-archeologica e della documentazione d’arte con numerose pubblicazioni su libri e periodici specializzati. Si occupa di fotografia sperimentale e di storia della fotografia e ha tenuto corsi specialistici in istituti superiori. Collabora con la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma La Sapienza per seminari di studio sul rapporto tra percezione visiva e produzione artistica. È iscritto al Ruolo dei Periti e degli Esperti in Fotografia d'Arte presso la C.C.I.A.A. di Roma. È vicepresidente di un'associazione per la promozione dell'arte con sede a Roma.