Bianchi (e blu)

Un italiano a Parigi. Domenico Bianchi, classe 1955, è protagonista di una doppia mostra alla Galleria Pièce Unique e da Pièce Unique Variations. Le sue linee tracciano un percorso nell’opera recente dell’artista laziale che con Nunzio, Ceccobelli e Dessì, tra gli altri, fu tra gli araldi della Nuova Scuola Romana. Fino al 3 marzo nella Ville Lumière.

Domenico Bianchi - Sans Titre - 2011

Resina e cera per descrivere il movimento nello spazio. È la luce, poi, a farla da padrona e a dirigere le danze nell’opera di Domenico Bianchi, tra i protagonisti della cosiddetta “Nuova Scuola Romana” e saltuariamente gravitante nell’orbita dell’Arte Povera. Per descrivere traiettorie del tutto personali, che la Galleria Pièce Unique di Parigi ha voluto presentare con una grande composizione bicroma, bianca e blu, cui fa da contraltare un oggetto in mise negativa, ma anche i moduli in cui si sviluppano le opere in formato ridotto, protagoniste di una mostra nello spazio project Pièce Unique Variations. Da una sfera, posta al centro della cornice e personaggio principale di tutta la faccenda, si dipanano le parabole di Bianchi, a raggiera o in libertà, come finalmente svincolate dai legacci di una tecnica manuale perfetta e d’altri tempi. Il risultato? Un’astrazione di contorno, che abdica in favore della forma, la quale, ci dice l’artista, non ha nessuna intenzione di lasciarsi “soggiogare da una geometria ideale”.

Santa Nastro

Parigi // fino al 3 marzo 2012
Domenico Bianchi
GALERIE PIECE UNIQUE
4 Rue Jacques Callot
+33 14 326 5458
[email protected]
www.galeriepieceunique.com


CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.
  • MediterraneArtePura…CRITICA-CRITICI…

    si