Una biblioteca carica di… fanzine di architettura

Una mostra a Londra raccoglie 60 pubblicazioni provenienti da 20 Paesi del mondo. In gran parte autoprodotte, e tutte con l’occhio puntato sull’architettura. A collezionarle, e mostrarle, è un giovane intellettuale da tenere d’occhio: il trentatreenne Elias Redstone.

Archizines - veduta della mostra alla AA School of Architecture, Londra 2011 - photo Sue Barr

Elias Redstone – è proprio il caso di dirlo – è uno di quei giovani talenti da tener d’occhio. Classe ’79, sette anni di gavetta all’Architecture Foundation di Londra (da assistente all’organizzazione a curatore capo), è stato co-curatore, al fianco di Paola Antonelli, del progetto Venice SuperBlog, il contenitore virtuale di news, videointerviste, recensioni e commenti realizzato in occasione della Biennale di Architettura del 2006 (diverso nella forma ma simile nelle intenzioni alle interviste di Hans Ulrich Obrist per la Mostra Internazionale di Kazuyo Sejima), e curatore del Padiglione Polonia (buone le premesse, un po’ meno convincente l’allestimento finale) per la Biennale del 2010.
Oggi è uno dei columnist di The Moment Blog – il seguitissimo blog del New York Times – da dove ci racconta il meglio della nuova scena del design e dell’architettura che accade a Londra (la sua rubrica si intitola London Underground), ed è inventore-curatore del progetto, nato e sviluppatosi online ma ora anche espositivo, Archizines, un archivio di riviste indipendenti e fanzine di architettura realizzate nell’arco dell’ultimo decennio (una collezione che arriva da circa 20 Paesi nel mondo, Italia compresa), ora in mostra alla AA School of Architecture di Londra.

Elias Redstone

L’idea, come spesso accade, nasce da una passione personale del curatore , che in questo caso, naturalmente, è per la collezione. “Il tutto è iniziato da un mio personale interesse nel collezionare editoria indipendente. Durante i miei viaggi di lavoro ho cominciato a raccogliere riviste e fanzine, spesso autoprodotte, in molti casi sconosciute”, racconta Redstone. “Volevo capire in che misura stesse davvero emergendo un nuovo discorso sull’architettura contemporanea. Mi capitava di fare visita ad architetti, artisti o studenti e scoprire che ciascuno di loro, in modo diverso, in luoghi diversi, stava sviluppando un nuovo linguaggio per esprimere un’opinione o un semplice sentimento sulla città e la sua architettura”.
Archizines
, i cui antenati andrebbero ricercati nell’esplosione di riviste di architettura radicale degli anni a cavallo tra i ‘60 e i ‘70 (che Beatriz Colomina raccolse nella mostra Climp/Stamp/Fold: The Radical Architecture of Little Magazines 196X-197X), è un archivio in continuo divenire, che mette insieme un network di personaggi, e dunque di idee, internazionali.
Pensato anche e soprattutto come un forum di discussione e confronto interdisciplinare, il progetto nasce nel comune interesse di rilanciare una nuova prospettiva per documentare e raccontare lo spazio e l’architettura in cui viviamo, e da cui, naturalmente, dipendiamo.

Archizines - veduta della mostra alla AA School of Architecture, Londra 2011 - photo Valerie Bennett

Prodotte da architetti, studiosi, addetti ai lavori, studenti e appassionati, sono circa 60 le pubblicazioni che, dagli scaffali della libreria di Elias Redstone alle pagine del sito internet www.archizines.com, sono oggi raccolte ed esposte negli spazi della AA School of Architecture. La mostra è l’ennesima testimonianza di una neonata e fervida attività editoriale, in un’epoca in cui sembrava che l’editoria digitale avesse inesorabilmente avuto il sopravvento.
Al termine della mostra, l’intera collezione proveniente dal progetto Archizines verrà donata e trasferita alla National Art Library del Victoria and Albert Museum di Londra, diventando così un archivio aperto e disponibile alla ricerca e all’interesse anche delle generazioni futuri.

Tommaso Speretta

Londra // fino al 14 dicembre 2011
Archizines
a cura di Elias Redstone
AA – ARCHITECTURAL ASSOCIATION SCHOOL OF ARCHITECTURE
36 Bedford Square
+44 (0)20 7887 4000

www.aaschool.ac.uk
www.archizines.com