T come tragedia

L’ombra di un corpo sospeso proiettata sul muro. Un respiro assordante. Un’opera a metà tra scultura e installazione. È “T” di Paolo Grassino. In mostra alla galleria Delloro, a Roma, fino al 30 novembre.

Paolo Grassino - T - veduta dell'installazione presso la Galleria Delloro Arte Contemporanea, Roma 2011

La lettera T del titolo allude tanto alla città di Torino quanto all’azienda Tyssenkrupp. L’opera di Paolo Grassino (Torino, 1967) rappresenta, infatti, un toccante e attualissimo studio sul tema dei caduti sul lavoro, milletrecentoventotto all’anno tra il 2003 e il 2005. Si tratta nello specifico di un omaggio ai sette operai morti nel 2007 a causa di un incendio nelle acciaierie ThyssenKrupp di Torino.

La superficie della galleria è trafitta da travi scure, le stesse travi che attraversano anche tre corpi senza vita di figure umane, grigie. Le putrelle penetrano la sala principale modificandone gli spazi e obbligando a una diversa percezione. Un rumore pungente attrae il pubblico verso il piano inferiore, dove si trova Respiro: qui, in una sala completamente buia, lo spettatore perderà ogni punto di riferimento, sopraffatto dal respiro dell’artista. Forte e opprimente.

Elisabetta Masala

Roma // fino al 30 novembre 2011
Paolo Grassino – T
DELLORO ARTE CONTEMPORANEA
Via del Consolato 10
06 64760339
[email protected]
www.galleriadelloro.it


  • francesco

    buongiorno
    ho visto da poco a rivalta torinese la mostra di un artista che si chiama Francesco Sena e questi lavori oltre ad assomigliarsi tra di loro hanno lo stesso concept:la Thyssen!
    chi copia chi?

  • frami

    nessuno, sono semplicemente banali e didascalici ….

  • paolo da napoli

    sena non è nuovo nella copia!!! vedi urs fischer!

  • Allegra

    E pensare che Bernardì Roig fa cose del genere da ancora prima

  • Mirko Gigliotti

    Visitata di recente. Installazione assolutamente d’effetto e non scontata. l’opera con le casse al piano inferiore davvero straziante nella sua potenza. Forse una delle migliori mostre a Roma in gallerie private di questi ultimi tempi.

    • paolo da napoli

      infatti la mostra di grassino è stupenda! il sig francesco sollevava una discussione interessante. grassino è la parte trainante di questi artisti di ultima generazione che tendono a copiarlo.

  • Elena Regini

    Concordo, nell’ambiente Torinese e non solo molti si rifanno all’estetica e alla ricerca di Grassino. Fin qui non ci sarebbe nessun problema, in ogni gruppo di artisti ci è sempre stata una figura di riferimento che indirizzava il resto del gruppo. Il problema in chi lo emula è che manca ogni tipo di innovazione o tentativo di far andare la propria ricerca artista in una direzione più personale.

  • giorgio galotti

    meno paturnie. E’ una mostra concepita e realizzata bene. andate a vederla