Orazione dell’ozio. Per l’aereo Andrea Sala

Nella girandola di inaugurazioni della settimana calda di Roma, Federica Schiavo punta tutto sul trentacinquenne lombardo Andrea Sala. Per la seconda volta negli spazi di piazza Montevecchio, fino al 12 novembre.

Andrea Sala - L’ultima sigaretta
 - veduta della mostra presso la Federica Schiavo Gallery, Roma 2011

L’arte è un lusso che, evidentemente, ci possiamo ancora permettere,. La proposta di Federica Schiavo ne è coraggiosa testimonianza; sollevare facili polveroni è pratico, affidarsi alla ricerca – tautologica – è valoroso. Andrea Sala (Como, 1976) pone sulla scacchiera un esercizio di stile che non pecca d’arroganza. Il nome di Piranesi, che aleggia nel comunicato, non è il primo che le opere suggeriscono. Più semplice leggere un certo rigore formale dei bei tempi che furono; ne sia riprova la tavolozza ristretta ai primari additivi e il ricorso alle sole geometrie di quadrato, cerchio e triangolo.

È la materia a riservare le sorprese più piacevoli. Sala declina poeticamente le dissonanze tra la lucida ragione del metallo e l’imprevista matrice del gesso. I lavori orbitano tra ombre e riflessi puntuali, linee rette e confini sdrucciolevoli: un balletto aereo e castissimo.

Luca Labanca

Roma // fino al 12 novembre 2011
Andrea Sala – L’ultima sigaretta
www.federicaschiavo.com


CONDIVIDI
Luca Labanca
Luca Labanca si muove nel 2006 da Varese a Bologna per iniziare il percorso di studi del DAMS, curriculum Arte. Negli anni di residenza bolognese collabora stabilmente col bimestrale d’arte e cultura ART Journal, contemporaneamente idea e sviluppa progetti ed eventi di contaminazione culturale tra il Lago Maggiore e Lugano assieme allo scrittore e musicista Tibe. Nel 2010 ottiene la laurea con la tesi Fiat Lux sviluppata al fianco della docente in Semiotica dell’Arte, Prof.ssa Lucia Corrain. Nell’ottobre dello stesso anno si trasferisce a Roma per intraprendere il percorso magistrale in Studi storico artistici dell’Università la Sapienza, fin dai suoi esordi partecipa al progetto editoriale Artribune.
  • modernismo, post modernismo; esercizio raffinato, forse un po’ troppo lezioso; opere troppo comode e protette tra le mura di avorio delle galleria.

  • nicola

    noia come se piovesse.