Ecco Bianconi. Lo spazio di una gabbia (aperta)

La cultura come gabbia aperta, in cui il confronto con gli stimoli esterni è garantito, i pensieri tutelati e l’intelletto messo continuamente in discussione. Andrea Bianconi regala inedite occasioni di senso nella personale da Furini. A Roma, fino al 5 novembre.

Andrea Bianconi - Mind over mind - veduta della mostra presso Furini Arte Contemporanea, Roma 2011

Andrea Bianconi (Arzignano 1974; vive a Brooklyn) torna a Roma per smontare e mixare realtà e pensiero con opere dal forte impatto formale e dalla coinvolgente energia concettuale. Mind over mind è il titolo della mostra. Pensieri, come quelli contenuti nell’istallazione composta da una dozzina di gabbie. Gabbie nere che restano aperte per garantire scambi con la realtà, assorbita e al contempo filtrata, per conquistare e tutelare i flussi della mente al momento dell’impatto con essa. Pensieri vorticosi e concentrici, gli stessi che vediamo nei disegni a inchiostro che Bianconi collega coerentemente con tutta la sua produzione. Pensieri che si celano dietro le due maschere esposte, dove la chiusura è reiterata mediante l’insistenza oggettuale che congela il volto solo in apparenza, per poi esprimere una prudente apertura, come quella che si ha di fronte a tutto ciò che ci affascina.

 

Chiara Natali

Roma // fino al 5 novembre 2011
Andrea Bianconi –
Mind over mind
www.furiniartecontemporanea.it


CONDIVIDI
Chiara Natali
Chiara Natali (Milano 1982), vive e lavora tra Teramo e Roma. Dopo essersi laureata in Scienze della comunicazione e in Storia dell’arte contemporanea a Bologna, si è dedicata all’approfondimento degli aspetti manageriali e progettuali in ambito culturale. Membro della direzione artistica di BMidea (Teramo), realtà che si occupa dell’organizzazione di manifestazioni artistiche e musicali, è co-responsabile organizzativa del progetto di street art e writing urbano Teramo Urban Museum e collabora da quasi un anno con il dipartimento di arte contemporanea della GNAM (Roma).