Dio salvi la (collezione della) Regina

A Edimburgo, nella Queen’s Gallery del Palazzo di Holyroodhouse, sfilano i capolavori rinascimentali appartenenti alla raccolta reale. Un Rinascimento in versione nordica, da Dürer a Holbein, in mostra fino al 15 gennaio.

Hans Holbein il Giovane - Sir Henry Guildford - 1527 - The Royal Collection

L’insegna da parco divertimenti non deve intimorire o indurre a preconcetti: la mostra ospitata alla Queen’s Gallery di Edimburgo presenta, con un allestimento elegante e curato, opere dal valore artistico e storico indiscutibile. The Northern Renaissance, come il titolo fa ampiamente intendere, rintraccia nella raccolta della corona britannica lavori degli artisti del XV e XVI secolo del Nord Europa.
L’esposizione si apre con un’affascinante serie di xilografie di Albrecht Dürer sul tema dell’Apocalisse: l’attenzione al dettaglio e la fedeltà nella resa dei particolari ben introducono all’altrettanto minuziosa cura degli artisti dei Paesi Bassi, cui è dedicata una sezione successiva. Inevitabile soffermarsi a cercare di rintracciare tutti i particolari nelle immagini sacre e profane, a ricostruire le vicende che accadono al di là del primo piano e a interrogare gli sguardi della nuova borghesia e della vecchia aristocrazia che, seppur spesso arcigni, non riescono a tenerci a distanza.
Oltre alle accurate suddivisioni dal punto di vista geografico (Paesi Bassi, Sacro Romano Impero e Francia), la mostra approfondisce la produzione di Hans Holbein il Giovane, di cui si apprezza l’abilità come ritrattista in tecniche diverse, dal pastello all’olio, e come illustratore per volumi fondamentali come Utopia di Thomas More. Anche i bibliofili avranno, dunque, di che deliziarsi, perché ne è esposta un’edizione del 1518.

Marta Cereda

Edimburgo // fino al 15 gennaio 2012
The Northern Renaissance. Dürer to Holbein
www.royalcollection.org.uk