Sulla pittura soffia “una corrente d’aria fresca e leggera”

All’interno del progetto “Pietrasanta Contemporanea”, le opere di tre “giovani” artisti. Che dimostrano come l’arte da tavolozza possa ancora sorprendere. Fino al 28 agosto, a Palazzo Panichi.

Fulvio Di Piazza - Drunkerland - 2009

Le opere di Anna Bianchi, originaria del Canton Ticino, risentono delle atmosfere fredde e dell’inclinazione, tipica del Nordeuropa, alla riflessione e alla spiritualità. Le forme, le visioni di paesaggi appaiono indefinite, leggermente confuse, proprio come la memoria le ricorda, e aperte a infinite possibilità. Fulvio Di Piazza (classe 1969), siracusano, crea scenari immaginari, quasi fantasy, ma possibili. Di fronte alle sue architetture infuocate e baroccheggianti, a metà fra l’animale e il vegetale, non possiamo che domandarci quando, come e dove è successo tutto ciò.
E poi c’è Juan Carlos Ceci (classe 1967), di Saragozza ma di stanza a San Marino, che dipinge piccoli oli di spazi naturali nati da stratificazioni e depositi di materia, ricordando la propria formazione artistica compiuta presso siti archeologici e forse anche gli studi universitari di Psicologia. Vortici, elementi circolari ripetuti e fluidi che si accumulano, dal potere ipnotico. Artisti diversi per origine e formazione, le cui strade s’incrociano a Pietrasanta, sotto la curatela di Zeno Birolli e l’egida del BonelliLab, creando felici spunti di riflessione.

Ottavia Sartini

Pietrasanta // fino al 28 agosto 2011
Una corrente d’aria fresca e leggera
a cura di Zeno Birolli
www.bonelliarte.com

CONDIVIDI
Ottavia Sartini
Ottavia Sartini (Viareggio, 1987) dopo la laurea in Storia e tutela dei beni artistici con una tesi su Guelfo Civinini, conosciuto giornalista di guerra ma dimenticato critico d’arte in attività dai primi anni del ‘900, continua la sua formazione per conseguire la Laurea in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università degli Studi di Firenze. Sta muovendo i suoi primi passi nel mondo dell’informazione artistico culturale su Artribune ed altre testate a tiratura locale tra Firenze e la Versilia.
  • hm

    ma non è meglio farla direttamente in photoshop sta roba? non è abbastanza vintage?

    • Carlo

      Giusto: Max Ernst de’ noantri. La pittura non è un valore aggiunto se non c’è un minimo di originalità come per es. in Inka Essenigh, per restare in questo genere.

  • Prima di parlare andate a vedere la mostra!