Storie d’uccelli, di rovi e di magneti

Una raffinata installazione di disegni, incastrata fra muri di suoni. Un grande nido, che pare costruito da un volatile gigante. Tre artisti, da Zelle a Palermo, per ragionare – fino a fine luglio – intorno alla precarietà, alle radici, alla perdita e al volo.

Tellas e Martina Marlini - work in progress

Gentile come un battito d’ali, indecifrabile come una traiettoria aerea, fragile e sicuro come un guscio. Il gesto di chi intreccia cumuli di foglie e rami è uguale a quello di chi traccia segni sul foglio: linee discontinue e precarie, per raccontare i movimenti di una scrittura stesa nel vuoto. Così s’incontrano le astrazioni naturalistiche di Tellas e le tavole ornitologiche di Martina Merlini, tirate via nella delicatezza di una scia di grafite. Poi i cinguettii noise di Enrico Gabrielli, trame di suoni intermittenti, sinuosi. Ma Asylum è anche un sorprendente nido oversize, micro-unità abitativa da cui partire e a cui tornare, seguendo l’andamento cartografico di una mappa che è tutta negli occhi, nella testa. Come quando gli uccelli, con quei sottili aghi di magnetite custoditi nel cervello, non smettono d’orientarsi nel blu e di procedere. Ad infinitum.

Helga Marsala

Palermo // fino al 31 luglio 2011
Asylum
a cura di Guillaume Von Holden
www.zelle.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.