La pittura? Un oggetto

Fino al 23 luglio, alla milanese Galleria Tega, un confronto tra gli “elementi spaziali” di Bonalumi, Castellani, Dadamaino e Scheggi. Seguendo le lezioni di Fontana e Manzoni.

Agostino Bonalumi - Senza titolo - 1976

La mostra Elementi Spaziali, e il suo pregevole catalogo, sono l’occasione per un “confronto”, un dialogo tra Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Dadamaino e Paolo Scheggi. Dialogo che evidenzia elementi sia di contatto sia di autonomia di ricerca. Se per Castellani e Bonalumi un denominatore comune si può ritrovare nell’idea di “estroflessione” della tela, per Dadamaino e Scheggi è la prassi della “stratificazione” (o sovrapposizione) di superfici e materiali a offrire interessanti analogie. L’opera d’arte diventa un “quadro-oggetto” suscitato da una “preordinata progettazione strutturale” (come scriveva Gillo Dorfles già nel 1966), ed è concepita come costruzione, spazialità, geometria. In mostra anche lavori di Lucio Fontana e Piero Manzoni, le “stelle” che hanno illuminato queste nuove vie di ricerca.

Gaspare Luigi Marcone

Milano // fino al 23 luglio 2011
Elementi Spaziali
a cura di Elena Forin
www.galleriatega.it

CONDIVIDI
Gaspare Luigi Marcone
Gaspare Luigi Marcone (1983; vive a Milano). Artista e curatore, dopo un periodo di studio alla Goethe Universität di Francoforte (D) si è laureato in Storia e Critica dell’Arte all’Università degli Studi di Milano (2006) dove è stato collaboratore del Dipartimento di Storia dell’Arte (2007-2010). Ha pubblicato contributi accademico-scientifici, testi critici e curato mostre su artisti quali Bern&Hilla Becher, Irma Blank, Erik Dietman, Gilbert&George, Roman Opalka, Claudio Parmiggiani, Anne e Patrick Poirier, Eva Sørensen, David Tremlett e altri. Ha curato la mostra monografica di Anne e Patrick Poirier Il giardino della memoria. Progetto per una necropoli contemporanea al Museo MADRE di Napoli (2011). È collaboratore di riviste di arte e cultura contemporanea quali “Artribune”, “Nuova Meta”, “Titolo”. Ha esposto in mostre personali e collettive a Bologna, Milano, Torino, Verbania.